BENVENUTA SUL SITO DI

ASSOCIAZIONE VULVODINIAPUNTOINFO ONLUS

Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

DAL 2010 LA VOCE DELLE DONNE CON VULVODINIA

o Sindrome Vulvo-Vestibolare (SVV)

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica. Verifica qui

Oggi siamo in 2594 Community fondata da Elena Tione la Dom 17 Ott 2010, 23:42 online da 2414 giorni
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
roberta1980



Qualifica professionale Qualifica professionale : educatore socio-sanitario
Messaggi : 911
Iscritto il : 25.07.12
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Torino
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1157-una-storia-come-tante

La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Gio 17 Ott 2013, 12:36
Testimonianza riportata - Pioggia ha scritto:Anni 21.
Mestruazioni regolari, non dolorose.
Alvo: stipsi.
Da 2 anni, epoca di inizio dei rapporti sessuali, dispareunia superficiale, cistiti post-coitali ricorrenti (l’ultima poche settimane fa), vaginiti da candida. Non sopporta pantaloni stretti.
Trattamento laser vulvare per sospetta lesione HPV  a maggio 2009.
OBIETTIVITA’: vestibulodinia di discreta intensità su tutto l’ambito allo swab test. Muscoli del pavimento pelvico ipertonici, dolorabili alla compressione digitale, evidenza di trigger point nei muscoli elevatori dell’ano, otturatori interni, coccigei bilateralmente.
Dolorosa la compressione dello strato di rivestimento parietale retro--‐pubico parauretrale.
IMPRESSIONI: Vestibulodinia; ipertono dei muscoli del pavimento pelvico con numerositrigger point. Cistiti ricorrenti.
Era il 17.04.2011
Questa era la diagnosi del Professor Pesce.
Questa mia storia che ho deciso di raccontare oggi (a proposito, sono Pioggia e ho 24 anni!), ha molti protagonisti.
Sicuramente io rivesto il ruolo principale, affiancata da chi in questi anni ha vissuto il MIO problema sulla SUA pelle: il mio ragazzo.
Poi c’è lui, il Dottor Pesce. Ma ci siete anche voi, tutte, una ad una, con le vostre vite raccontate in questo forum.
Se io ho conosciuto il Dottor Pesce è grazie al lavoro di Aida e al contributo che ognuna di voi ha dato a questo forum raccontando il proprio percorso. Dovrei ringraziarvi quotidianamente e scusarmi per aver assistito da dietro le quinte. Purtroppo ho avuto la possibilità di iscrivermi solo oggi, in questi anni (ormai quasi 3) mi collegavo ad internet esclusivamente attraverso il cellulare e non riuscivo ad iscrivermi al sito.
Da tre anni pieni, dicevo, “frequento” il forum leggendo e carpendo tutte le informazioni necessarie.
Ho imparato a lavarmi e prendermi cura di me leggendovi e, quando sono arrivata da Pesce è stato entusiasta di trovarmi così preparata.
Non voglio annoiarvi con il racconto dei mesi che hanno preceduto la “scoperta” della vulvodinia con relative cistiti. E’ un percorso che accomuna molte di noi, fatto di diagnosi sbagliate e cure anche peggiori. No, io voglio parlarvi della mia vita dopo quel 17 aprile.
Dopo la diagnosi, ho iniziato ad assumere Rivotril e successivamente Laroxyl, dapprima in maniera intimorita, poi sempre più sicura. Con costanza e attenzione.
Ogni giovedì mi facevo i miei 320 km di autostrada, raggiungevo la Clinica Assunzione di Maria SS e, insieme al mio amore,  attendevo il mio turno.
Mi sono dolcemente affezionata ad ogni suora che ci accoglieva, sempre con il sorriso, sempre con uno sguardo o una parola felice.
Il mio amore non solo mi accompagnava, ma entrava nello studio con me.
Non posso dimenticare quelle sedute che iniziavano con il rilassamento del mio pavimento pelvico e finivano con le indicazioni stradali da parte del Dottore: “Non prenda questa strada ‘ché trova traffico, faccia come dico io…!”
Ci ha accolti come due nipoti, ci ha consigliati in ogni campo fosse di sua competenza e non.
Ed è stato fondamentale.
Fondamentale quando ha capito che avevo anche la Fibromialgia.
Fondamentale quando, vedendo l’estrema unione e complicità tra me e il mio ragazzo, ci ha parlato apertamente, dando indicazioni anche  a lui, oltre che a me.
Per 12 volte ho raggiunto la Clinica. In calendario avevamo fissato 10 appuntamenti, nella speranza che fossero abbastanza per guarire. Gli ultimi due li ho richiesti ardentemente perché non mi sentivo affatto guarita.
Quando al dodicesimo appuntamento, mi ha dichiarata “clinicamente” guarita, volevo impazzire.
Io non mi “sentivo” guarita!
I miei rapporti continuavano ad essere dolorosi, in misura minore, ma comunque dolorosi.
E non volevo sospendere i miorilassanti.
In tutto questo, bisogna che vi dica, che i miorilassanti hanno aiutato molto il mio umore. Prima di assumerli ero triste, amareggiata, gelosa cronica. Dopo quei mesi di assunzione mi sentivo rinata.
Io che avevo paura di iniziare la cura, ora avevo paura di sospenderla.
E poi avevo bisogno di confrontarmi con il dottore per sentirmi dire che stavo andando bene, che ce l’avrei fatta, per sentirmi dire che nella vita, se si vuole stare bene, bisogna fare SOLO ciò che ci fa stare bene.
Era il 13. 02.2012.
Malvolentieri, da quella sera stessa, iniziai a diminuire il dosaggio e dal giorno dopo inziai a cercare tutti gli integratori (Etinerv, Magnesio, Cuprum).
Mi sentivo abbandonata.
Eppure sentivo di dovermi fidare del mio medico, perché il primo passo per guarire è fidarsi di chi ha il compito di aiutarci. Fino a quel momento era andato tutto bene. Dovevo fidarmi.
Su 10 rapporti 4/5 continuavano ad essere leggermente dolorosi, spesso accompagnati da cistite. Un dolore diverso, però. Un dolore sordo. Un dolore che, nel fare l’amore, si attenuava, come se la mia vulva si adeguasse pian piano alla normalità.
Non ricordo il giorno preciso in cui realizzai di essere guarita. Semplicemente mi accorsi che passavano settimane, mesi, senza bruciori, senza cistiti.
Ero guarita.
Avevo paura a dirmelo, a dirlo al mio amore.
Eppure lui sapeva, perché ha sempre saputo tutto.
Ha capito quando io mi ostinavo a non capire. 
Mentre io prendevo l’appuntamento con Votano (che mi ha visitata prima di Pesce), lui cercava informazioni su Pesce.
Quando io mi ostinavo a continuare un rapporto, seppure doloroso, lui si rifiutava riempendomi di baci e coccole.
Quando io ero nervosa per i bruciori, lui mi spalmava Xanagel.
Quando io pensavo di non farcela, lui si arrabbiava e mi costringeva ad essere fiduciosa.
Questa vittoria è di entrambi.
Quando ho inviato l’e-mail al Doc pesce!  per fargli sapere dei miei progressi, mi son vista riempire di complimenti: per i progressi/risultati, per l’approccio alla malattia, per la determinazione.
Mi ha scritto che presto aggiornerà la pagina delle testimonianze nel suo sito e mi ha chiesto di poter pubblicare l’e-mail.
Ovviamente gli ho detto: “Sì”!
Oramai è passato del tempo, due anni a breve, e posso urlare che sono guarita. Ma a questa storia non metto un punto, piuttosto un punto e virgola.
Sono guarita, sì, ma non per questo mi sento immune alle ricadute.
Forte (più di lei), invincibile, ma non immune!
Non smetterò mai di ringraziarvi, per il sostegno che inconsciamente, ma intensamente, mi avete dato; per le strade che mi avete impercettibilmente indicato… Per tutto  quello che siete e siete state.
Vi abbraccio tutte, una ad una, chi ce l’ha fatta e chi ha bisogno di sapere che ce la si fa!
Sorridete, ragazze! Ce la farete, ce la faranno tutte!
avatar
SaraBu.
Utente Senior

Utente Senior
Messaggi : 2022
Iscritto il : 30.10.12
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Monza Brianza
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1389-la-storia-di-sarabu






Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Gio 17 Ott 2013, 16:06
Ho ancora le lacrime agli occhi...ma grazie per aver condiviso la tua guarigione con noi. Tutte noi abbiamo bisogno di leggere storie come la tua, per trovare la forza di combattere tutti i giorni con questa brutta bestia!!!
Ti auguro ogni bene!!!
avatar
Telma



Messaggi : 98
Iscritto il : 12.02.12
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Messina
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t939-telma-sospetto-di-vulvodinia

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Gio 17 Ott 2013, 16:24
Ciao Pioggia....grazie per le tue parole, per il tuo racconto commovente che ci sostiene...sono strafelice per te e devi avere un ragazzo splendido accanto, abbiate cura l'uno dell'altra...sempre!!Sono sicura che lui è stao un punto di forza per la tua garigione io putroppo ho subito un pò il contrario e forse per qusto non sono ancora guarita  :/ 
Da 2 anni soffro di vestibolite e da 1 sono in cura con Pesce, ho avuto dei miglioramenti ma purtroppo la bestia nera e ancora con me...ognuna ha sintomi diversi, io ad esempio non ho mai avuto dolore ai rapporti, forse perchè la mia è più una contrattura anale, ma ho letto che tu in sole 12 sedute sei riuscita a guarire e questo da un lato mi rincuora ma dall'altro mi sconforta perchè io dopo una ventina di sedute sono ancora tormentata dal bruciore, se pur più lievemente...un grosso abbraccio e si felice!!!
avatar
Edera



Messaggi : 1903
Iscritto il : 25.04.12
Anno di nascita : 1987
Provincia di residenza : Lecce
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1061-la-storia-di-mika-edera

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Ven 18 Ott 2013, 00:10
grazie x la tua testimonianza, riempie il cuore di gioia sapere che una di noi è guarita! Guarire si può!
avatar
mylife81



Messaggi : 277
Iscritto il : 21.10.12
Anno di nascita : 1981
Provincia di residenza : Lecco
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1271-la-mia-storia

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Sab 19 Ott 2013, 05:33
Ciao,
sono felice per la tua guarigione.Urrà!!!!
Grazie per la tua testimonianza!!
avatar
gaia84



Messaggi : 28
Iscritto il : 22.04.12
Anno di nascita : 1984
Provincia di residenza : Milano
Comune : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1357-la-storia-di-gaia84

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Dom 20 Ott 2013, 11:57
Pioggia che bella la tua storia. Ho ancora le lacrime agli occhio dopo aver letto del tuo percorso. Sono felicissima che tu ce l'abbia fatta. Storie come queste fanno andare avanti tutte noi.
Congratulazioni!!!!olé
avatar
Pioggia



Messaggi : 14
Iscritto il : 17.10.13
Anno di nascita : 1989
Provincia di residenza : Salerno

Ragazze, perdonatemi.

il Gio 24 Ott 2013, 11:10
t 
SaraBu mi aveva detto che avrebbe spostato la mia storia, ma mica avevo capito dove fosse finita!?! doh 
Certo, nel posto più logico, direte voi! E' che io faccio tutto al contrario, quindi solo oggi ho pensato di cercarla nelle guarigioni, giustamente!fifi 

Veniamo a noi!
SaraBu, so quanto sono importanti queste testimonianze e la forza che danno in chi è a metà percorso, in chi lo ha appena intrapeso o in chi, addirittura, non vuole ammettere di avere la vulvodinia...
Perchè io me la ricordo, sai, quella sensazione di vuoto nel momento in cui mi sono ritrovata con i sintomi delle ragazze del forum. Soprattutto erché quando io ho iniziato ad avere qualche sospetto, le testimonianze di guarigione erano davvero poche...

Telma, il mio è sì un ragazzo speciale, ma come quello di molte altre ragazze affette da svv.
Nel tuo caso, non pensare che la colpa della mancata guarigione sia da imputare lui, tantomeno a te.
A me sembra doveroso dire che il mio ragazzo è più grande di me, più di 10 anni, forse per giustificare un carattere diverso, caratterizzato da una maturità che non sempre è possibile trovare in un coetaneo.
Non devi mai fare in modo che la tua tristezza dipenda da un'altra persona, tantomeno la felicità! Va bene amarsi, ma devi essere prima tu a prenderti cura di te, del tuo cuore e dopo il tuo lui. Perchè poi, vedi? Si rischia di rimanere sole, ma sole nel senso di smarrite, senza speranza...
Lasceresti mai il tuo portafogli ad un'altra persona con il rischio di non ritrovarvi più nulla?
Non penso. 
La stessa cosa devi fare con la tua vita: devi riempirla e svuotarla tu, non permettere che lo facciano gli altri, neanche se questi altri è la persona più bella che tu abbia conosciuto. Innamorati, ma le redini tienile sempre tu o insieme, non lasciarle mai solo nelle sue mani, d'altronde è una responsabilità troppo grande per lui che non è te.
Io ho scritto che ho fatto 12 sedute, ma ho anche scritto che non mi sentivo guarita. Ero guarita secondo Pesce, ma io avevo ancora dei sintomi. Ci sono voluti molti mesi prima di potermi dichiarare guarita, tano che l'e-mail di ringraziamenti infiniti a quel sant'uomo di Pesce, l'ho inviata esattamente dopo un anno...
Non demoralizzarti e fidati di lui.incrocio 

Edera, lo riconfermo: guarire si può!

Mylife, grazie a te per le dolci parole.

Gaia, sono felice di leggere che la mia storia può essere importante per qualcuna!

friend
avatar
Telma



Messaggi : 98
Iscritto il : 12.02.12
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Messina
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t939-telma-sospetto-di-vulvodinia

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Dom 27 Ott 2013, 00:44
Pioggia hai scritto delle parole bellissime e sono pienamente d'accordo con te...per quanto riguarda il mio ragazzo imputo parte della colpa a lui per quanto riguarda la mia salute perchè nn si è mai interessato alla mia malattia. In 2 anni nn mi ha mai chiesto nemmeno come stessi, nn mi ha mai accompagnato alle sedute a Roma, nemmeno le prime volte che ero un pò spaesata e per me è proprio un viaggio, sono siciliana!! 
Adesso mi sono lasciata ma sono comunque ancora tormentata da lui sono nella classica fase di limbo. Come potrete intuite ho passato anni d'inferno e siccome la nostra malattia è collegata allo stress imputo come causa del mio malessere le sofferenze che ho subito a causa sua oltre ad altri fattori ovviamente.
Per il resto adesso sto pensando a me stessa, con tanta fatica vado avanti ma non resto ferma. Un bacione e grazie per i chiarimenti love
avatar
Manu62



Messaggi : 20
Iscritto il : 17.09.13
Anno di nascita : 1962
Provincia di residenza : Firenze
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1522-la-mia-storia-a-piu-riprese

bellissima testimonianza

il Dom 27 Ott 2013, 21:51
Grazie per aver condiviso con noi. A me ha fatto tanto bene leggerla...anche io ho finito i trattamenti dal Prof Pesce, lo vedo ogni 3 mesi per dei controlli e ho ancora dolore dopo 8 mesi dalla fine dei trattamenti...ma la tua storia mi fa ben sperare. Un forte abbraccio:): !!!
avatar
Pioggia



Messaggi : 14
Iscritto il : 17.10.13
Anno di nascita : 1989
Provincia di residenza : Salerno

Re: Telma e Manu

il Mar 29 Ott 2013, 16:44
Telma, è vero, non hai avuto il giusto sostegno in un momento per te molto particolare. 
Ma leggo che stai iniziando a concentrarti su te stessa e questo darà presto dei sani risultati. friend
avatar
Pioggia



Messaggi : 14
Iscritto il : 17.10.13
Anno di nascita : 1989
Provincia di residenza : Salerno

Re:Manu

il Mar 29 Ott 2013, 16:47
Ah, mi fa piacere che la terapia sia finita e rimangano dei controlli.

Pesce cosa dice?
Per lui il pavimento pelvico come sta? Come ti trova? 
Perdonami se ti faccio qui le domande, ma sto attraversando dei giorni di gran caos a lavoro e non riesco ad avere il tempo per leggere le vostre storie. Non appena posso, le leggerò una ad una. love
avatar
Manu62



Messaggi : 20
Iscritto il : 17.09.13
Anno di nascita : 1962
Provincia di residenza : Firenze
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1522-la-mia-storia-a-piu-riprese

Ciao cara

il Mar 29 Ott 2013, 19:25
...Pesce dice che il pavimento pelvico è ok (anzi mi ha fatto concludere con i trattamenti prima del previsto) e rimane il dolore neuropatico per il quale ci vuole più tempo (e mi ha cambiato farmaci - Cymbalta anzichè Laroxyl)....io aspetto fiduciosa

Ciao e buona serata (ma qual è il tuo nome? Mi fa un po'...effetto strano chiamarti 'Pioggia')
avatar
Pioggia



Messaggi : 14
Iscritto il : 17.10.13
Anno di nascita : 1989
Provincia di residenza : Salerno

Manu, vedrai che farai l'abitudine al mio "nome".

il Gio 31 Ott 2013, 09:45
mr green 

E0 vero, il dolore neuropatico ci mette un po' di più ad andare via, ma tu non hai notato nessun miglioramento? O una percezione diversa del dolore?

E' risaputo che la vulvodinia, così come la fibromialgia, non sono frutto della nostra mente, però con l'ottimismo e un pensiero positivo è più facile ottenere dei più rapidi risultati dalla terapia.

Quindi ti consiglio di continuare ad essere fiduciosa, vedrai che con il giusto tempo migliorerà tutto.;)
avatar
Manu62



Messaggi : 20
Iscritto il : 17.09.13
Anno di nascita : 1962
Provincia di residenza : Firenze
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1522-la-mia-storia-a-piu-riprese

cambiamenti

il Gio 31 Ott 2013, 15:12
Sì cara ho notato dei cambiamenti nel dolore, ma di alti e bassi ne ho avuti tanti - anche con il Laroxyl all'inizio ero stata molto meglio poi mi è 'svanito' l'effetto, per questo mi ha fatto cambiare. Comunque mi sento abbastanza tranquilla, ero preoccupata per gli effetti collaterali ma dopo la prima settimana con un po' di nausee ora ne ho nessuno ...quindi andiamo avanti e pazientiamo...altrimenti proveremo qualcos'altro . Sono sicura anche io che la nostra mente e i nostri pensieri sono potentissimi...credo che sulla nostra capacità di autoguarigione e sulla potenza del cervello ancora si sappia pochissimo : per fortuna anche la 'medicina ufficiale' comincia ad occuparsi di questi argomenti, timidamente, con la PNEI (Psiconeuroimmunoendocrinologia)..e ogni giorno vengono fatte nuove scoperte in questo senso. Anche la fisica quantica è una 'scienza' che applicata alla medicina ci può aiutare a comprendere meglio il nostro potenziale e a svilupparlo per favorire la nostra salute (non siamo fatti solo di 'materia' ma anche di 'energia'!!!)
Buona giornata!!!
avatar
Calliope



Messaggi : 22
Iscritto il : 03.05.14
Anno di nascita : 1992
Provincia di residenza : Roma
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1646-mi-presento-c-e-speranza

All you need is love

il Mar 06 Mag 2014, 23:16
La tua storia è una delle più emozionanti che abbia letto. Da quello che hai scritto traspare la sofferenza che hai dovuto patire. Sono veramente felice che esistano uomini come il tuo compagno. Uomini che ci capiscono e ci insegnano ad amarci quando noi ce lo dimentichiamo. Anche il mio ragazzo interrompe i rapporti dolorosi perchè per lui l'amore è un piacere si, ma di entrambi. Questi uomini ci danno speranza e supporto e ci fanno capire che possono starci vicino e sentire empaticamente quello che peniamo anche senza provarlo fisicamente. Che dire? Ti auguro di essere sempre circondata da tutto questo amore :)
avatar
tizves



Messaggi : 26
Iscritto il : 03.09.14
Anno di nascita : 1985
Provincia di residenza : Bari
Storia personale Storia personale : La mia Scheda http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1795-la-mia-scheda-vulvodinica-tiziana

La mia SP http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1796-la-mia-storia-personale-tiziana-da-bari

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Gio 18 Dic 2014, 10:59
che bella storia.....
avatar
barbie88



Messaggi : 25
Iscritto il : 13.10.11
Anno di nascita : 1988
Provincia di residenza : Milano
Storia personale Storia personale : http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t809-la-mia-storia

Re: La guarigione di Pioggia • VULVODINIA.INFO

il Gio 28 Mag 2015, 09:35
ciao Pioggia, e' tanto che non ti fai sentire!
Come stai? Tutto bene :)
Ti auguro di si 
Un abbraccio
avatar
marianna67



Messaggi : 404
Iscritto il : 05.02.16
Anno di nascita : 1967
Provincia di residenza : Napoli
Storia personale Storia personale : La mia Scheda

La mia SP http://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t2263-vulvodinia

Vestibulodinia

il Sab 12 Nov 2016, 19:33
Ciao pioggia ho letto la tua storia di guarigione sai come siamo felice quando leggiamo storie di guarigione penso che tu non ci sia più nel forum io ci provo sai anchio sto in cura dal prof pesce e unico grande professionalità, mi ha dato molta posivita a credere nella guarigione faccio la stessa cura che facevi tu2013 .tu per la guarigione hai fatto 12 manipolazione,io ne ho fatte otto pesce disse che bastavano non avevo più contrattura anche se io preferivo anch'io ad arrivare a 12 sto molto bene aspetto il 19 dicembre per il controllo
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum