Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 2796
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2589
giorni
☎ 06.92 91 97 52 OGNI LUNEDI
h 20-21
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16108
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Dosaggi ormonali ❖ Vulvodinia.info

il Dom 25 Mar 2012, 17:22
Dosaggi ormonali

I dosaggi ormonali consistono nel misurare la quantità di ormoni presenti nel sangue, per stabilire se le ghiandole che li producono (ipofisi, tiroide ecc.) funzionano bene o no. Tramite i dosaggi ormonali è quindi possibile individuare squilibri ormonali che possono causare infertilità
(v. Problemi ormonali).

I principali dosaggi ormonali femminili sono i seguenti:



Nome (v. il Glossario)Alcune osservazioni
FSHIl dosaggio deve essere fatto al 3° giorno del ciclo o comunque tra 2° e 4° giorno. Un valore molto basso può indicare ipogonadismo centrale (v. L'ipogonadismo), un valore alto indica diminuzione della riserva ovarica (v. L'FSH alto).
Ai fini della valutazione della riserva ovarica un valore inferiore a 6 è ottimo, un valore tra 6 e 9 è buono, un valore di 9-10 è discreto ma già superiore al normale, un valore tra 10 e 15 indica diminuzione della riserva ovarica, un valore superiore a 15 indica grave diminuzione della riserva ovarica.
Normalmente il rapporto LH:FSH è 1:1 (cioè i due valori sono quasi uguali); un valore di LH più alto dell'FSH può indicare sindrome dell'ovaio policistico (v. L'ovaio policistico).
LHNormalmente il valore al 3° giorno del ciclo è quasi uguale a quello dell'FSH; un
rapporto LH:FSH di 2-3:1 (cioè con l'LH doppio o triplo rispetto all'FSH) può indicare sindrome dell'ovaio policistico (v. L'ovaio policistico).
L'LH aumenta in prossimità dell'ovulazione, e al momento del picco ovulatorio è in genere superiore a 20 mIU/ml (v. Il ciclo mestruale).
Estradiolo (17-beta-estradiolo, E2)Un valore alto (superiore a 80-100 pg/ml) al 3° giorno del ciclo può
indicare la presenza di una cisti funzionale rimasta dal ciclo
precedente (v. Le cisti ovariche) o una diminuzione della riserva ovarica.
L'estradiolo aumenta di pari passo con lo sviluppo follicolare e raggiunge in genere
almeno i 200 pg/ml per ciascun follicolo maturo.
ProlattinaUn valore elevato può indicare la presenza di un adenoma ipofisario o la sindrome dell'ovaio policistico (v. L'iperprolattinemia).
Il valore della prolattina è facilmente influenzato dall'emotività (può bastare lo "stress del prelievo" per farlo aumentare), dunque in genere si esegue un dosaggio seriale, con due o più prelievi di sangue a distanza di alcuni minuti.
ProgesteroneIl dosaggio si esegue al 21° giorno del ciclo o comunque 7 giorni dopo la presunta ovulazione. Un valore superiore a 5 ng/ml conferma che una qualche ovulazione c'è stata, ma è preferibile vedere un valore superiore a 10 ng/ml; valori inferiori sono ritenuti in genere insufficienti (v. L'insufficienza della fase luteale). Nella fase follicolare del ciclo i valori sono invece molto bassi, tra 0,2 e 1 ng/ml.
TSHUn valore alto indica ipotiroidismo; un valore basso indica ipertiroidismo.
T3 e T4Nell'ipertiroidismo il T3 e il T4 sono alti mentre il TSH è basso; nell'ipotiroidismo il T3
e il T4 sono bassi mentre il TSH è alto.
FT3 e FT4Sono la parte libera (pari allo 0,3% del totale) del T3 e del T4.
Testosterone totaleIl testosterone è il principale ormone maschile, dunque nella donna i
valori sono normalmente molto bassi (inferiori a 0,5 ng/ml); valori
superiori a 1 ng/ml indicano iperandrogenismo.
Testosterone liberoÈ la parte libera (pari all'1-2%) del testosterone totale. Nella donna i valori sono normalmente molto bassi e non dovrebbero superare i 3,6 pg/ml.
Delta-4-androstenedioneÈ il principale ormone androgeno prodotto dalle ovaie, dunque un valore elevato indica iperandrogenismo di origine ovarica.
DHEA-SÈ un ormone androgeno prodotto dal surrene, dunque un valore elevato indica iperandrogenismo di origine surrenalica..

I risultati dei dosaggi ormonali sono difficili da interpretare per vari motivi. In primo luogo esistono varie unità di misura non sempre facilmente convertibili una nell'altra. In secondo luogo il cosiddetto "valore di riferimento" o "valore normale" può variare da laboratorio a laboratorio, quindi un risultato che per un laboratorio è normale può non esserlo per un altro. Inoltre il valore normale consiste sempre in un range, cioè in una gamma di valori, dunque per capire se il proprio valore è "buono" bisogna sapere come interpretare il valore minimo, quello massimo e i valori intermedi (ad esempio per l'FSH femminile i laboratori danno di solito un range di 3-18, ma mentre 4 è ottimo 18 è pessimo). Infine bisogna tenere conto che il risultatato di un'analisi può variare per fattori esterni, ad esempio l'ora del giorno in cui è stato fatto il prelievo.

Dunque non bisogna mai interpretare il risultato di un dosaggio solo in base ai valori che il nostro laboratorio dà per normali e, più in generale, non bisogna mai basarsi sul risultato di un singolo dosaggio senza considerare il quadro generale, cosa che solo il medico può fare.

Con queste cautele, ecco comunque alcuni indirizzi dove trovare informazioni utili per decifrare le analisi:

[Fonte: http://www.cercounbimbo.net/index.php?pid=3 ]




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum