Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 2659
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2470
giorni
☎ 06.92 91 97 52 OGNI LUNEDI
h 20-21
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16095
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Benzodiazepine e congeneri ❖ Vulvodinia.info

il Mer 27 Ott 2010, 19:10
Benzodiazepine e congeneri
scritto da Frens, farmacista.Si tratta di medicinali che appartengono alla famiglia dei tranquillanti minori, utilizzati in caso di insonnia, in vari tipi di disturbi di ansia, malattie psicosomatiche a carico dell'apparato cardiovascolare e gastrointestinale, come miorilassanti, come antiepilettici, e in preanestesia (per rilassare il paziente e ridurre la dose di anestetico generale, in quanto le 2 molecole assieme hanno un effetto sinergico).
Sono classificati come stupefacenti, questo è bene ricordarlo, per gli effetti che danno sull'organismo e che vedremo. Per questa motivazione devono strettamente e obbligatoriamente essere somministrati sotto stretto controllo medico.
La differenza tra le miriadi di molecole presenti sul mercato consiste sopratutto nei diversi tempi di dimezzamento del medicinale, e, in alcuni casi, della selettività dello stesso. Esistono infatti alcune molecole che hanno una spiccata attività anticonvulsivante e che trovano impiego come antiepilettici, e altre che vengono utilizzate nel trattamento dell'insonnia, o dei disturbi d'ansia, o come miorilassanti.
L'attività consiste nel potenziamento della trasmissione del neurotrasmettitore GABA, che è un neurotrasmettitore inibitorio, da qui i vari effetti che possiamo descrivere.
Sono molecole che agiscono determinando uno stato di sedazione avvertito come piacevole, ottundimento delle emozioni, ed effetto amnesico. Per un utilizzo prolungato, si possono verificare tolleranza (ovvero la dose che prima era efficace ora non lo è più e devo aumentare la quantità di farmaco), e dipendenza, mentre se la somministrazione viene interrotta bruscamente, ci possono essere degli effetti di rimbalzo tra cui convulsioni, ipereccitabilità, insonnia. Per questa ragione questi farmaci vanno somministrati a partire dalla dose più bassa e poi aumentati gradualmente fino ad arrivare alla dose ottimale per il soggetto, e poi gradualmente sospesi.
Il rischio di tolleranza e dipendenza è tanto maggiore quanto maggiore è la durata del trattamento.
Per trattare una contrattura e/o fibromialgia non è raro imbatterci in questi farmaci, per l'azione miorilassante che sono in grado di esplicare. Nel nostro caso vengono somministrati in gocce, fino ad una dose massima di 20 gtt, ma già 10 spesso possono rivelarsi efficaci. La somministrazione generalmente non va oltre ai 2 mesi di tempo, e avviene con le modalità descritte sopra. Per cui in questo ambito, e se il farmaco viene usato correttamente e sotto controllo medico, il rischio di tolleranza e dipendenza è molto ridotto.




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum