Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 2797
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2590
giorni
☎ 06.92 91 97 52 OGNI LUNEDI
h 20-21
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16108
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Additivi, conservanti e compagnia bella ❖ Vulvodinia.info

il Mer 03 Nov 2010, 22:47
Nel numero di maggio 1996 alle pagg. 53-56 è stato pubblicato un articolo intitolato: La guida degli additivi alimentari che riporto in questa pagina grazie all'autorizzazione ricevuta a mezzo fax il giorno 6 maggio 1998 dal direttore responsabile signora Nadia Gelmi.
Riprendo la tabella creando una riga per ogni additivo ed integrando i nomi. La lettera a fianco del numero di codice indica il giudizio. Ne riporto una legenda in questa stessa pagina.

Nell'articolo viene indicato in quali alimenti si possono trovare gli additivi e quali effetti possono produrre. Riporto i dati in una ulteriore tabella.

Ringrazio la signora Gelmi, direttrice di Top Salute, per l'autorizzazione che mi ha concesso.

Nome e categoria Codice Giudizio
------------ COLORANTI ------------ -------------
Curcumina E 100 | A
Lattoflavina (Vitamina B2) E 101 | C
Tartrazina E 102 | A
Giallo di chinolina E 104 | C
Giallo arancio S E 110 | A
Cocciniglia E 120 | C
Azorubina E 122 | A
Amaranto E 123 | A
Rosso cocciniglia A E 124 | A
Eritrosina E 127 | E
Blu patent V E 131 | A
Indigotina E 132 | C
Clorofilla E 140 | C
Verde acido brillante BS E 142 | C
Caramello E 150 | A
Nero Brillante BN E 151 | A
Carotene alfa, beta gamma E 160a | A
(Annatto) E 160b | A
(Capsanthin) E 160c | A
(Lycopene) E 160d | A
(Beta-apo-8-carotenal) E 160e | A
(Ethil ester of beta-apo-8-car.) E 160f | A
Xantofille E 161a | A
[Bixin] E 161b | A
[Cryptoxanthin] E 161c | A
[Rubixanthin] E 161d | A
[Violoxanthin] E 161e | A
[Rhodoxanthin] E 161f | A
(Canthaxanthin) E 161g | A
Rosso di barbabietola - Betanina E 162 | A
Antociani - Antocianine E 163 | A
Pigmento rosso E 180 | C
----------- CONSERVANTI ----------- -------------
Acido sorbico E 200 | A
Sorbato di sodio E 201 | A
Sorbato di potassio E 202 | A
Sorbato di calcio E 203 | A
Acido benzoico E 210 | C
Benzoato di sodio E 211 | C
Benzoato di potassio E 212 | C
Benzoato di calcio E 213 | C
Paraidrossibenzoato di etile,... E 214 | C
| (Sodium salt) E 215 | C
| (Propybaraben) E 216 | C
| (Propy-14Hydroxybenzoate) E 217 | C
| (Methylparaben) E 218 | C
| (Methy-14Hydroxybenzoate) E 219 | C
Anidride solforosa E 220 | E
Sodio solfito E 221 | E
Bisolfito di sodio E 222 | E
Metabisolfito di sodio E 223 | E
Metabisolfito di potassio E 224 | E
Solfito di calcio E 226 | E
Bisolfito di calcio E 227 | E
Potassio solfito acido E 228 | E
Difenile E 230 | C
Ortofenil fenolo E 231 | C
Ortofenil fenato di sodio E 232 | C
Tiabendazolo E 233 | C
Esametilen tetramina E 239 | E
Acido borico (aldeide formica) E 240 | E
Nitrito di potassio E 249 | E
Nitrito di sodio E 250 | E
Nitrato di sodio E 251 | E
Nitrato di potassio E 252 | E
Acido acetico E 260 | A
| propionico E 261 | A
| (Sodium acetate/diacetate) E 262 | A
| E 263 | A
---------- ANTIOSSIDANTI ---------- -------------
Acido L-ascorbico (Vitamina C) E 300 | A
Sodio ascorbato E 301 | A
Calcio ascorbato E 302 | A
Acido diacetil L-ascorbico E 303 | A
Palmitato di ascorbile E 304 | C
Tocoferolo, naturale (Vitamina E) E 306 | A
Tocoferolo, di sintesi E 307 | A
| E 308 | A
| E 309 | A
Gallati (Propyl gallate) E 310 | C
| (Octyl gallate) E 311 | C
| (Dodecyl gallate) E 312 | C
BHA Butil idrossi anisolo E 320 | E
BHT Butil idrossi toluolo E 321 | E
Lecitina di soia E 322 | A
------ Regolatori di acidita' ----- -------------
Lattato di sodio E 325 | A
Lattato di potassio E 326 | A
Lattato di calcio E 327 | A
Acido citrico E 330 | A
| (Sodium citrate) E 331 | A
| (Potassium citrate) E 332 | A
| (Calcium citrate) E 333 | A
Acido L-tartarico E 334 | A
| (Sodium tartrates) E 335 | A
| (Potassium Tartrates) E 336 | A
| (Sodium potassium tartrate) E 337 | A
Acido ortofosforico E 338 | E
[Sodium dihydrogen ortophosphate] E 339a | E
[Disodium hydrogen orthophosphate] E 339b | E
[Trisodium orthophosphate] E 339c | E
(Potassium orthophosphate) E 340a | E
[Dipotassium hydrogen orthophosph.] E 340b | E
[Tripotassium orthophosphate] E 340c | E
[Calcium tetrahydrogen diorthophosp.E 341a | E
[Calcium hydrogen orthophosphate] E 341b | E
[Tricalcium diorthophosphate] E 341c | E
----- Addensanti, Emulsionanti ----
---- Gelificanti, Stabilizzanti --- -------------
Acido alginico E 400 | A
| (Sodium alginate) E 401 | A
| (Potassium alginate) E 402 | A
| (Ammonium alginate) E 403 | A
| (Calcium alginate) E 404 | A
| (Propylene glycol alginate) E 405 | A
Agar-agar E 406 | C
Carragenine E 407 | C
Farina di semi di carrubbe E 410 | A
Farina di semi di guar E 412 | A
Gomma adragante E 413 | C
Gomma arabica E 414 | C

-------- Additivi vari ------------ -------------
Pectina E 440 | A
Polifosfati E 450 | E
---- ESALTATORI DI SAPIDITA' ------ -------------
Glutammato monosodico E 620 | E
Maltolo E 636 | C
Etilmaltolo E 637 | C
legenda Nell'articolo viene usato un colore per esprimere un giudizio sugli additivi.
A = Prodotto non tossico e senza alcun pericolo per la salute. - Colore di sfondo: Verde
C = Attenzione! Prodotto sospetto che puo' essere leggermente tossico. - Colore di sfondo: Arancione
E = Pericoloso! La sostanza puo', in forti dosi, essere - per effetto cumulativo e nel corso degli anni - eventualmente responsabile di disturbi e malattie gravi. - Colore di sfondo: Rosso

| = Stessa descrizione della riga precedente

www.tkk.it/adal/add_aut2.htm


Ultima modifica di Aida il Gio 04 Ott 2012, 02:21, modificato 1 volta




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16108
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Additivi, conservanti e compagnia bella ❖ Vulvodinia.info

il Mer 03 Nov 2010, 22:49
Attenzione!!!!!!!!!!
Giudizio negativo per gli additivi sintetici di cui sono farciti. In alcuni casi e’ percepibile il sapore proprio degli agenti conservanti. Essi non solo distruggono le gia’ poche vitamine della carne, ma aggrediscono le mucose del nostro stomaco. Ecco una breve rassegna di conservanti impiegati nell’industria salumiera.

Tra i piu’ usati vi e’ il nitrato di potassio, E252; il nitrato e’ il sale o estere dell’acido nitrico, un liquido velenoso e corrosivo. Un altro “buon” conservante, di cui si tollera un residuo insolitamente alto (250 mg/kg) e’ il nitrato di sodio, E251; viene tra l’altro usato anche per la fabbricazione della dinamite! Il nitrito di sodio, E250, ha invece un processo di produzione inquinante e pericoloso (l’acido e’ instabile e forma monossido d’azoto).

Si sappia che nitrati e nitriti sono considerati dalla legge (DM 13/1/1993) “sostanze contaminanti o indesiderabili”.

Usati per mantenere il colore rosso delle carni e per inibire la crescita del temibile botulino, sono terribilmente “sospetti”, dando luogo alla formazione di sostanze cancerogene, colpevoli di danni ai reni, vengono anche ritenute corresponsabili di danni alla muscolatura. Possono afferire alle patologie del colon, influenzano la fermebntazione nei processi digestivi nello stomaco, aumentano l’assorbiemnto di sodio da parte del colon e partecipano alla formazione dei composti N-nitrosi. e’ dalla meta’ degli anni ’70 che i livelli di nitrati e nitriti nei cibi sono sotto osservazione: i risultati sono altalenanti, in prosciutto cotto, in salsicce e in altre delicatessen i livelli sono ancora troppo alti. Nitrati e nitriti vengono utilizzati per la conservazione di insaccati (salame, prosciutto cotto e crudo, mortadella, lonza, pancetta) e carne in scatola in genere.

La loro elevata tossicita’, superiore a quella di qualunque altro additivo, e’ stata ampiamente dimostrata dalla scienza, e nessuno e’ riuscito ad affermare il contrario. Tuttavia essi non sono stati banditi in nessun paese del mondo, nemmeno negli Stati Uniti o in Australia. Nessun governo ha infatti il coraggio di colpire gli interessi delle grandi multinazionali della carne, che continuano ad accumulare profitti a discapito della salute di miliardi di esseri umani, in special modo dei ceti piu’ poveri (che come e’ noto fanno grande uso nell’alimentazione quotidiana di scatolame, salumi e affettati). Al contempo, viene lasciato che molti produttori di insaccati scrivano sulle confezioni dei loro prodotti la dicitura ‘senza polifosfati aggiunti’ allo scopo di illudere gli acquirenti sulla genuinita’ dei loro prodotti. C’e’ tra l’altro una chiara volonta’ di inganno nei confronti del consumatore.

Nella vicina Svizzera il nitrito di sodio (E 250, per loro 14.24) e’ vietato per salsicce, prodotti di carne trita, pesci, crostacei e molluschi. Il nitrato di sodio (E 251) e di potassio (E 252) sono permessi nei prodotti salmistrati e negli insaccati crudi, ma con fortissime limitazioni. Il nitrito di potassio (E249) e’ vietato.

Dentro salami, prosciutti crudi, coppa, pancetta c’e’ tutto questo ben di Dio. Si sappia pero’ che nel prosciutto cotto si trovano anche polifosfati (fosfati polimerici). Indicati nell’etichetta come “stabilizzanti”, si chiamano E450a, b, c, oppure E450, E451: ostacolano la corretta assimilazione dei minerali (specie il calcio e il ferro) dagli alimenti, e la maggiore pericolosita’ e’ la calcificazione dei tessuti molli, come i reni; possono dare, soprattutto disturbi muscolari, soprattutto ai bambini, e, si sospetta, rachitismo. SALAME Gli insaccati sono, a parere dei nutrizionisti, alimenti da ridurre il piu’ possibile. Se il desiderio fosse lancinante, aborrire i salami di tipo super-economico o troppo poco costosi. Per ridurre i prezzi, i produttori di salami hard-discount devono tagliare su qualcosa. Cosa riducono? Il tempo di stagionatura, drasticamente. E come fa un salame ad essere pronto dopo quindici giorni dalla macinazione della carne? Questi malfattori iniettano nei salami un attivatore batterico, una sostanza (c.d. “starter microbico”) che favorisce il proliferare dei germi e batteri annidati nelle carni, simulando l’effetto della stagionatura! Pratica abominevole. Giudizio: Argh! Optare per i salami di cui si possa leggere la data d’inizio della stagionatura. Alcuni supermercati hanno iniziato a proporre salami prodotti con metodo biologico, da maiali allevati in semi-liberta’, senza additivi chimici. Il costo e’ alto, ma sono da preferire senz’esitazione.

azanutta.wordpress.com/2007/03/14/carne-e-nitriti/
e
www.melissadiemidio.it/index.php?option=com_content&view=article&id=52:conservanti&catid=33:curiosita&I...
Nitrati e nitriti: sono conservanti antimicrobici largamente utilizzati (da E 249 a E 252). Hanno una Dga molto bassa (vedi tabella), che è facile superare proprio perché presenti in un grandissimo numero di alimenti.
Oltre che per la loro funzione di “cane da guardia” contro i microbi, vengono utilizzati anche per la loro capacità di fissare il colore nelle carni conservate, in quelle in scatola e nei salumi, che altrimenti a contatto con l’aria diventerebbero grigie.
Superare la Dga è facile e pericoloso per la salute soprattutto dei bambini, perché può indurre un minor trasporto di ossigeno nel sangue. In realtà, per molti alimenti se ne potrebbe tranquillamente fare a meno.
e interessante anche il resto!!
www.polesine.com/pagine/salute/alimentare/a005-4.htm
Il consumo di insaccati con conservanti è una della cause accertate di cancro allo stomaco (condividi)
pubblicata da Uniti contro la multinazionale del CANCRO il giorno martedì 5 ottobre 2010 alle ore 16.24
I salumi conservati con nitriti (E249 e E250), andrebbero evitati completamente. Conoscendo le quantità utilizzate si potrebbe discriminare tra salume e salume, in base al contenuto effettivo di nitriti, ma purtroppo attualmente non è possibile perché in etichetta non è indicata la quantità del conservante impiegato. La legge consente l'aggiunta negli alimenti di un quantitativo massimo di nitriti pari a 150 mg per kg di prodotto, 25 volte quella massima presente nei vegetali. In Svizzera il nitrito di sodio (E 250, per loro 14.24) e' vietato per salsicce, prodotti di carne trita, pesci, crostacei e molluschi. Il nitrato di sodio (E 251) e di potassio (E 252) sono permessi nei prodotti salmistrati e negli insaccati crudi, ma con fortissime limitazioni. Il nitrito di potassio (E249) e' vietato…riflettiamo…
Tutti i nitriti in ambiente acido, come lo stomaco, si trasformano in acido nitroso il quale legandosi alle ammine dà origine alle nitrosammine, composti dimostratesi cancerogeni.

Secondo l'AIRC (Ass. It. Ricerca sul Cancro) il consumo di insaccati con conservanti è una della cause accertate di cancro allo stomaco.

E 249 - Nitrito di potassio = vietato in Svizzera; uso limitato in Australia; sconsigliato ai bambini; può combinarsi con altre sostanze generando nitrosammine, sostanze a effetto mutageno e cancerogeno. conservante antimicrobico ed antisettico (attivo contro il botulino), principalmente in prodotti a base di carne (soprattutto insaccati, crudi o cotti), usato in concentrazioni molto superiori a quelle necessarie per la conservazione del prodotto per conferire alla carne una colorazione rosso/rosa brillante ed esaltarne l'aroma, cancerogeno (nello stomaco si converte in nitrosammine, cangerogene), provocano diminuzione delle capacità respiratorie, i neonati ed i bambini assorbono una quantità di nitriti molto superiore agli adulti, (link),

E 250 - Nitrito di sodio = sconsigliato ai bambini; può combinarsi con altre sostanze generando nitrosammine, sostanze a effetto mutageno e cancerogeno. Conservante.

E 251 - Nitrato di sodio = sconsigliato ai bambini; può combinarsi con altre sostanze generando nitrosammine, sostanze a effetto mutageno e cancerogeno (chiamato comunemente "salnitro"), origine naturale, conservante antimicrobico ed antisettico, principalmente in prodotti a base di carne (sopratuttutto insaccati, crudi o cotti), usato in concentrazioni molto superiori a quelle necessarie per la conservazione del prodotto per conferire alla carne una colorazione rossa/rosa nel caso della carne ed esaltarne l'aroma, tal quali non hanno effetti collaterali, ma (per azione della saliva, temperatura, acidità) tendono a convertirsi in nitriti (la presenza di vitamina C evita questa reazione, motivo per cui i nitrati presenti in molte verdure ricche di vitamina C, non sono un problema).

E 252 - Nitrato di potassio = sconsigliato ai bambini; può combinarsi con altre sostanze generando nitrosammine, sostanze a effetto mutageno e cancerogeno. Conservante.


ORA BASTA VIETIAMOLI !!!!!!
SOLO IN ITALIA
OGNI GIORNO 400 PERSONE MUOIONO A CAUSA DEL CANCRO.
OGNI GIORNO 700 PERSONE SCOPRONO DI AVERE IL CANCRO.

it-it.facebook.com/note.php?note_id=125604470810269
Effetti Collaterali:
I nitrati non hanno effetti collaterali, ma attraverso il riscaldamento o quando presenti nello stomaco essi potrebbero essere convertiti in nitriti (E250).

www.food-info.net/it/e/e252.htm
secondo l'AIRC sono cancerogeni! E l'AIRC mi pare un'associazione che non dice proprio sempre fanfaluche!




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16108
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Additivi, conservanti e compagnia bella ❖ Vulvodinia.info

il Mer 03 Nov 2010, 22:52
@Sildav ha scritto:apperò!! na
@Frens ha scritto:purtroppo lo sapevo anche io
vanno limitati anche per questo motivo qui
sapevo però che il prosciutto crudo non li contiene. correggetemi se sbaglio
quello stagionato a taglio non dovrebbe, compro ogni tanto solo quello. Ultimamente sto riprendendo a mangiare proteine animali, ma molto limitatamente. Ho comprato il Parma, ma erano 2 mesi che non lo prendevo. In passato mangiavo i wurstel..ma purtroppo anch'essi contengono questi conservanti. Sono presenti anche in altre preparazioni, non solo nei salumi, magari se riuscite cercate di evitarli. Sono permessi, ma poi la legge si contraddice dicendo che sn ad alto rischio...
na




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum