Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 2733
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2534
giorni
☎ 06.92 91 97 52 OGNI LUNEDI
h 20-21
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16118
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Mar 26 Ott 2010, 13:17
La colposcopia


La colposcopia - dal greco kolpos (vagina) e skopeo (osservare) - è l'indagine di riferimento per la valutazione di secondo livello dei pap-test anomali. Tramite un particolare strumento, chiamato colposcopio - simile ad un binocolo e tenuto all'esterno della vagina - la colposcopia indaga l'anatomia tissutale dei genitali femminili, in particolare della cervice uterina, ricercando eventuali lesioni grazie ad un forte ingrandimento ottico ed all'ausilio di particolari soluzioni, come acido acetico e/o liquido di Lugol, in grado di mettere in evidenza lesioni pre-neoplastiche. In caso di necessità, la colposcopia consente anche di effettuare un piccolo e mirato prelievo di campioni tissutali da sottoporre ad esame istologico, cioè ad una valutazione microscopica di laboratorio finalizzata alla ricerca di cellule anomale.
Il pap-test è un esame di screening, cioè un test che permette di identificare - in una popolazione considerata a rischio per una determinata malattia - quei soggetti che hanno maggiori probabilità di soffrirne. In particolare, il pap-test viene eseguito ogni triennio nelle donne di età compresa tra i 25 ed i 64 anni, allo scopo di individuare precocemente i soggetti con tumore della cervice uterina (indagine di primo livello). Un Pap-test anormale, però, non significa necessariamente presenza di cancro* al collo dell'utero; è soltanto un "avvertimento" che segnala la necessità di sottoporsi ad ulteriori e regolari controlli.
Appurato che un referto di positività circa la presenza di cellule atipiche non è sufficiente per porre diagnosi di malattia, la conferma diagnostica è affidata ad altri esami, primo fra tutti la colposcopia. Considerata l'estrema importanza di un trattamento precoce, vengono in tal senso sottoposte a colposcopia sia le donne in cui il pap-test ha mostrato alterazioni modeste, sia quelle in cui sussiste un importante indizio di neoplasia. Qualora tali sospetti risultino fondati, il passo successivo è quello della scelta del trattamento più idoneo, personalizzando il piano di intervento. A tal proposito si adottano interventi terapeutici o chirurgici diversi in relazione alla gravità delle lesioni, rispettivamente classificati in metodi distruttivi (diatermocoagulazione, crioterapia, termocoagulazione, laser vaporizzazione) e metodi escissionali (conizzazione con bisturi, conizazione laser, conizazione con ansa o ago a radiofrequenza). Tali trattamenti sono molto semplici, risolutivi e di solito eseguibili ambulatoriamente. La percentuale di successo è altissima, a conferma che tutto il percorso preventivo, inteso dalla diagnosi iniziale al trattamento finale, è in grado di prevenire realmente lo sviluppo del cancro del collo dell'utero.
La colposcopia viene anche utilizzata per monitorare l'efficacia di eventuali terapie intraprese allo scopo di conferire caratteri di normalità alla cervice uterina, nonché nella diagnostica delle infezioni a trasmissione sessuale ed in altre applicazioni minori.
La colposcopia è dolorosa? Come si esegue?

La colposcopia è un esame indolore, non serve anestesia ed il tempo impiegato è quello di una visita ginecologica: 10, 15 minuti. L'eventuale biopsia viene generalmente percepita come "fastidiosa" più che dolorosa, con sensazione di pizzichio o lievi crampi al momento del prelievo. Ad essa possono seguire lievi emorragie, che in genere si arrestano da sole (in rari casi è necessario applicare un tampone vaginale). Una vaga sensazione di fastidio o bruciore può persistere anche per una settimana, motivo per cui in questo arco di tempo dal termine della biopsia è bene evitare rapporti sessuali, bagni caldi ed assorbenti interni.



Durante la colposcopia è necessario introdurre in vagina uno speciale strumento, detto speculum, necessario per visualizzare correttamente il collo dell'utero. In presenza di irritazioni, scarsa lubrificazione o ristrettezza del canale vaginale, la paziente può avvertire una sensazione di fastidio all'introduzione dello speculum; oltre che nella colposcopia questo strumento viene impiegato anche nel pap-test.
In età fertile, la colposcopia si effettua al di fuori del ciclo mestruale, meglio se a metà ciclo dopo due giorni di astensione da rapporti sessuali e dall'utilizzo di lavande, ovuli, creme vaginali, o tamponi, tutti elementi che potrebbero alterare o mascherare le cellule della superficie del collo dell'utero. Se il ciclo mestruale tarda a comparire, è necessario informare il medico in modo da escludere un'eventuale gravidanza prima di eseguire la colposcopia.
Fonte

avatar
rudi80



Messaggi : 28
Iscritto il : 30.08.13
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Reggio Calabria
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1516-la-mia-storia

Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Mar 07 Gen 2014, 20:35
volevo sapere se qualcuna di voi ha fatto mai colposcopia/vulvoscopia. Vorrei capire se le sostanze usate (acido acetico o Lugol) possono causare problemi alle mucose vulvodiniche. Grazie :)
avatar
SaraBu.
Utente Senior

Utente Senior
Messaggi : 2022
Iscritto il : 30.10.12
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Monza Brianza
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1389-la-storia-di-sarabu






Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Mer 08 Gen 2014, 16:51
Io le ho fatte entrambi e le sostanza che hanno usato non mi ha creato problemi.
L'unica nota negativa è stata la poca delicatezza della ginecologa nell'inserimento dello speculum.  sculaccio
avatar
rudi80



Messaggi : 28
Iscritto il : 30.08.13
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Reggio Calabria
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1516-la-mia-storia

Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Sab 11 Gen 2014, 12:26
Grazie! avevo il terrore...
Ma concordo con lo speculum, bisognerebbe brevettarne uno di materiale morbido...
la prossima volta che faccio un tampone chiedo di potermelo mettere da sola!  ;)
avatar
SaraBu.
Utente Senior

Utente Senior
Messaggi : 2022
Iscritto il : 30.10.12
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Monza Brianza
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1389-la-storia-di-sarabu






Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Lun 13 Gen 2014, 12:05
Figurati!!!  ;)
avatar
Angelica79



Messaggi : 47
Iscritto il : 04.01.14
Anno di nascita : 1980
Provincia di residenza : Milano
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1568-finalmente-riesco-a-sfogarmi

Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Gio 17 Apr 2014, 10:04
Ciao ragazze,
Qualcuna conosce un bravo ed esperto colposcopista a Milano o dintorni?

Grazie mille
avatar
SaraBu.
Utente Senior

Utente Senior
Messaggi : 2022
Iscritto il : 30.10.12
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Monza Brianza
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1389-la-storia-di-sarabu






Re: La Colposcopia • VULVODINIA.INFO

il Ven 18 Apr 2014, 17:28
Io no purtroppo!!! Ho fatto una volta sola questo esame e con questa dott.ssa mi sono trovata malissimo, quindi posso aiutarti. Mi spiace!!!
Prova a chiedere al tuo medico se può darti delle indicazioni, anche il tuo medico di base dovrebbe saperti indicare un bravo specialista.
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum