Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 3002
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2742
giorni
☎ 06.92 91 97 52 (r. a. segreteria telefonica)
Condividi
Andare in basso
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mar 26 Ott 2010, 19:35
cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti
da clio77 » sab ott 09, 2010 3:47 pm
Il pH (pondus Hydrogenii) è l’unità di misura del grado di acidità/alcalinità [alcalino=basico NdR] di una sostanza. La scala va da 0 a 14. Da 0 a 7 la sostanza è acida, da 7 a 14 essa è alcalina (o basica). Il valore 7 rappresenta la neutralità.
Pochi si occupano e si preoccupano del delicatissimo meccanismo di mantenimento del giusto pH all’interno del nostro organismo, mentre invece è una delle sue attività prioritarie, tanto che per mantenerlo nel giusto intervallo (che può oscillare di pochissimi decimi di punto, pena la morte) è disposto a mettere in secondo piano la salute di organi e apparati e non bada a interventi anche estremi pur di rimediare a una oscillazione troppo marcata.

Il sangue di un individuo in ottima salute ha sempre un pH di 7.4 (leggermente alcalino), mentre il ph medio dei vari tessuti (più che altro dei liquidi presenti fra le cellule) oscilla con i ritmi circadiani (cioè giorno-notte) fra una tendenza verso l’acido mattutina e una più alcalina serale, mantenendosi comunque strettamente vicino alla neutralità (che è pH 7). L’organismo è dotato di un sofisticato sistema tampone il cui scopo è il mantenimento del pH leggermente alcalino necessario al corretto svolgimento del metabolismo. Gli stati di malattia alterano il pH tissutale costringendo l’organismo a grandi sforzi per riportarlo al giusto valore.
Fattori che aumentano l’acidità in un organismo in salute:
- Il normale ricambio cellulare
- Gli alimenti acidificanti
- Alimentazione eccessiva
- Stress emotivo e psicologico
- Stress fisico
- Sedentarietà (per la minore ossigenazione dei tessuti)

Fattori che aumentano l’alcalinità in un organismo in salute:
- Gli alimenti alcalinizzanti
- Alimentazione moderata
- L’attività fisica moderata (per la maggior ossigenazione)


E’ ormai assodato che l’invecchiamento si associa ad una costante perdita di composti alcalini. Questo porta ad un aumento di fenomeni di iperacidosi locali e conseguenti fenomeni di infiammazione e condizioni favorevoli alla degenerazione dei tessuti

Un aspetto interessante legato all’invecchiamento associato alla perdita di alcalinità (e dunque ad una progressiva acidosi) è che questo può voler dire due cose: o è l’invecchiamento che porta a questa naturale perdita oppure è la progressiva acidosi che lo causa (o accelera, visto che non siamo immortali). In questo secondo caso (estremamente interessante), mantenere ben fornite le riserve alcalinizzanti dell’organismo potrebbe voler dire invecchiare meglio, più lentamente e con meno malattie degenerative.
Un altro effetto più subdolo di un eccesso di acidità è dovuto al fatto che l’organismo, per contrastarla, deve mettere in circolo composti alcalinizzanti. Gli elementi chimici che ha a disposizione sono principalmente i bicarbonati e i quattro minerali calcio, potassio, sodio e magnesio con i loro composti. Se non ci sono in circolo abbastanza composti alcalinizzanti l’organismo in emergenza li mobilita dai tessuti, prelevando ad esempio il calcio presente nelle ossa (la maggior riserva di minerali che abbiamo) e nei denti e causando a lungo andare osteoporosi.
Il problema è che possiamo andare avanti per anni a erodere le nostre ossa prima di accorgerci della nostra acidosi.

Attenzione: non pensiamo che più il ph è alcalino meglio sta l’organismo. Non è assolutamente così. Semplicemente il pH deve rimanere al giusto valore, poiché variazioni in qualsiasi direzione anche di pochi decimi di punto possono portare alla morte. Il problema è lo sforzo continuo che il nostro metabolismo deve fare per mantenere il giusto valore di pH (e spesso, con l’alimentazione diffusa oggi, non ce la fa), tenendo presente che fronteggiare un’acidosi (soprattutto se protratta nel tempo) è molto più problematico e faticoso che fronteggiare un’alcalosi, che infatti è molto meno frequente in un individuo sano. Se dunque dobbiamo stare molto attenti ad una dieta eccessivamente acidificante, possiamo porci meno limiti riguardo gli alimenti alcalinizzanti, e aiutare così il nostro corpo nella lotta all’acidità con la dieta.

Sapere se il nostro organismo tende all’acidosi o comunque sapere il pH medio non è facile per due motivi: il primo è che gli esami che misurano il pH tissutale medio sono complessi, e il pH dei fluidi oltre il sangue (tipo urina, saliva) non è sempre indicativo del pH reale perché il pH di questi fluidi cambia nel corso della giornata. Il secondo è che misurando ad esempio i pH di sangue, urina e saliva, e trovandoli perfetti, non possiamo dire di non avere problemi di tendenza acida perché magari in quel momento l’organismo sta facendo uno sforzo immane per mantenere, come è tassativo, il pH nell’intervallo vitale, con grande smobilitazione di riserve di minerali alcalini anche dalle ossa.[!]
Tuttavia un’indicazione di massima si può avere. Per prima cosa occorre procurarsi una confezione di cartine al tornasole. Si trovano in farmacia (potete tranquillamente dire che vi servono per misurare il pH dell’urina) in forma di striscette di carta o di rotolini continui da cui si strappano volta per volta le porzioni di striscia che servono (più economici). Immergendo la striscetta nel liquido essa cambia di colore, e confrontandolo con la scala riportata sulla scatola possiamo sapere il pH del liquido. Una volta in grado di fare le misure occorre annotarsi il pH dell’urina misurata nell’arco della giornata (la mattina appena alzati, metà mattina, dopo pranzo, pomeriggio, dopo cena). Se sapete di avere un’infezione urinaria anche lieve in corso rimandate, poiché essa la renderebbe sempre alcalina[non è assolutamente detto!!!! Dipende dal batterio]. Se invece state bene, solitamente al mattino risulta più acida, per poi diventare più alcalina a metà mattina, di nuovo acida dopo pranzo, molto alcalina al pomeriggio e nuovamente acida la sera dopo cena. Se già al mattino l’urina è alcalina allora siete messi bene, e se durante la giornata, pur scendendo il pH, si mantiene diciamo sopra 6.5 e al pomeriggio supera abbondantemente 7.5 avete buone probabilità di essere sulla strada giusta. Viceversa se si mantiene acida per buona parte della giornata e la mattina è molto sotto pH 6.0 allora abbiamo un po’ di lavoro da fare. Lo stesso si può fare con la saliva, così avremo un parametro in più.
Come fare a contrastare la tendenza all’acidosi?
Come vedremo la dieta può fare molto.
Cominciamo dall’acqua. E’ buona norma bere almeno un litro e mezzo o due litri di acqua al giorno, comprendendo in questo conteggio eventuali bevande e il tè del mattino o del pomeriggio. Solitamente l’acqua dell’acquedotto è leggermente alcalina (per legge deve avere in ph fra 6.5 e 8.0 ma di solito è 7.5), e comunque possiamo misurarlo con una cartina al tornasole. Le acque in bottiglia possono avere un pH molto variabile, ma fortunatamente lo si trova sempre indicato in etichetta (a volte con la dicitura “concentrazione ioni idrogeno” o la desueta “potenza di idrogeno”[io infatti sapevo potentialis Hydrogeni, pH]). Evitiamo le acque acide, cioè con pH minore di 7.0, e preferiamo quelle alcaline. Personalmente ho trovato al supermercato acque con pH fino a 8.0 (ho scelto quelle), e nella mia indagine ne ho viste anche con pH inferiore a 6.0 (troppo acide). Bere acqua alcalina può aiutare l’organismo nella lotta all’acidosi. Esistono anche studi sull’utilizzo di acqua ionizzata alcalina (sono anche in vendita ionizzatori per l’acqua del rubinetto). Sembra molto efficace, anche se poco “naturale”. [ma se già pigliamo bds o regobasic/basenpulver e similari va bene pure un'acqua a 6,5 s enon dico una minkiata] Riguardo gli alimenti, prima di tutto una precisazione: gli alimenti acidi o aciduli non sono necessariamente acidificanti, anzi spesso è l’opposto. Gli agrumi ad esempio (il succo di limone può avere anche ph 2.5) contengono acido citrico, che fa parte dei cosidetti “acidi deboli” (citrico, tartarico, malico, …) che con la digestione vengono trasformati in carbonati (di sodio, di calcio, di potassio, …) e dunque gli agrumi finiscono per essere molto alcalinizzanti. Viceversa cibi per niente acidi (come la carne) possono essere molto acidificanti. Il cibo più acidificante sono appunto le proteine animali.
Gli esami per dire se un cibo è acidificante o alcalinizzante sono complessi (occorre analizzare gli alimenti dopo la digestione, fare misurazioni del pH fisiologico) e probabilmente ne sono stati fatti pochi nel corso degli anni. Questo ha portato alla pubblicazione di tabelle spesso anche contraddittorie (si spera negli studi futuri). Le linee principali son però ben definite, e analizzando le varie tabelle si possono riassumere così:
Acidificanti

carne (proteine animali)
cereali raffinati (farina bianca ’0? e ’00? e loro derivati, pane bianco, pasta bianca, riso brillato, …)
zucchero e dolciumi
formaggi vaccini (soprattutto stagionati)
grassi animali (burro, strutto, …)
pesce
uova

Debolmente acidificanti o alcalinizzanti (più o meno neutri)

cereali integrali (il miglio è il più alcalinizzante)
formaggi ovini e caprini
grassi vegetali (olio di oliva, olio di semi, …)
latte, yogurt
legumi

Alcalinizzanti

verdura (le solanacee, cioè pomodori, melanzane, peperoni e patate sono poco alcalinizzanti, quasi neutre)
frutta (tranne mirtilli e prugne che sono un po’ più acidificanti)[!!!!!]


Come tu stesso puoi constatare è facile ritrovarsi in acidosi consumando molti alimenti acidificanti, mentre è estremamente difficile sviluppare alcalosi consumando molti alimenti alcalinizzanti, e anche che un’alimentazione eccessiva e il sovrappeso (anche se la dieta è equilibrata) possono portare ad acidosi. Guardando le tabelle ci si rende subito conto di quanto sia pericolosamente acidificante lo stile alimentare diffuso al giorno d’oggi (cereali raffinati e dolcificati, poche verdure e frutta, quasi niente legumi, troppa carne, bibite acide e dolcificate, alimentazione eccessiva, …).
Chi per evitare l’osteoporosi evita i cereali integrali per via dell’acido fisico che ruba il calcio, paradossalmente peggiora la situazione, poiché i cereali raffinati sono molto acidificanti, e il rischio di smobilitare calcio dalle ossa è concreto. Parimenti, un eccesso di latticini vaccini[ de mucca raga'], più acidificanti di quelli di pecora o capra, possono avere un effetto demineralizzante, all’interno di una dieta squilibrata, e dunque peggiorare l’osteoporosi.

Insomma l’alimentazione è la chiave di tutto. [se non di tutto ha una funzione essenziale! Poiché siamo ciò che ci pappiamo!]
tanta frutta e verdura, una grande quantità di alimenti alcalinizzanti, questo è quello che dovresti fare.

Ridurre l’uso della carne (soprattutto quella rossa) minimizza l’alimento più acidificante, cioè le proteine animali, e le sostituisce quasi completamente con quelle vegetali (legumi + cereali integrali).
http://www.migliorasubito.com/


Ultima modifica di Aida il Lun 17 Set 2012, 17:31, modificato 2 volte
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Sab 22 Gen 2011, 02:44
a proposito di acido malico & co.:
Bisogna innanzitutto distinguere tra cibi acidi e acidificanti: molti cibi (e bevande) che risultano acide alla lettura con il pHmetro, nell'organismo portano invece alla formazione di sali alcalini. Questo si verifica quando nei cibi sono presenti degli acidi deboli, come quelli della frutta (citrico, malico, tartarico,...), che nella digestione vengono ossidati, formando acido carbonico, un altro acido debole che si dissocia facilmente, formando dei carbonati (per esempio carbonato di sodio, di potassio, di calcio).
Per dare un esempio, un succo d'arancia commerciale può avere un pH 4,5, mentre una spremuta fresca può arrivare anche a pH 3,57[molto acido NdR]. Nonstante tali valori, sono considerati alcalinizzanti. Chiarito questo aspetto, va però detto che alcuni soggetti metabolizzano male questi acidi deboli, in particolar modo al mattino e nella stagione fredda.
Per combattere l'iperacidosi si devono consumare quindi soprattutto alimenti alcalinizzanti.

http://www.mednat.org/bioelettr/correzione_pH.htm

non esagerare neppure con farinacei e legumi, perché rilasciano scorie acide anche loro. Variate la dieta, mettendo in risalto insalate, verdure, frutta, senza esagerare.
http://cistite.info/forum/viewtopic.php?f=63&t=49&p=78341#p78341




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
gio_muse_84



Messaggi : 3140
Iscritto il : 26.10.10
Anno di nascita : 1984
Provincia di residenza : Ascoli Piceno
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t645-la-storia-di-giorgia-gio_muse_84

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 23 Gen 2011, 14:06
Beo ho pensato di aggiungere anke qua le info sul Basentabs. Se nn lo ritieni opportuno cancella pure!
Ragazze, se con la sola dieta nn riuscite a raggiungere un pH ottimale, in commercio esistono degli integratori alcalinizzanti. Io sto prendendo Basentabs della Pascoe (esiste anke in polvere). Beo prende il Regobasic.
@gio_muse_84 ha scritto:Ingredienti del Basentabs: carbonato di calcio (35,7%), bicarbonato di sodio (28,6%), carbonato di magnesio (21,4%), amido di mais, fosfato bisodico (3,6%), bicarbonato di potassio (3,6%), talco, magnesio stearato vegetale. è indicato anke il sito www.acidosi.it. "Basentabs contiene una miscela di sali alcalinizzanti utile nel caso di aumentato fabbisogno o di ridotto apporto con la dieta di tali nutrienti". All'interno della confezione sono comprese 21 stricioline x misurare il pH (volendo si potrebbero dividere anke a metà) e ovviamente c'è una scala di colori di riferimento x fare il confronto (scala ke va da pH 5,6 a 8,0). Il costo nn me lo ricordo, però esiste la confezione da 100 o da 200 cpr. La dose raccomandata è 4-8 cpr al giorno.
Vi allego anke il pdf scaricabile dal sito, con gli alimenti alcalinizzanti/acidificanti
http://www.acidosi.it/download/dieta%20alcalinizzante.pdf


Ultima modifica di Admin il Dom 23 Gen 2011, 14:20, modificato 1 volta (Motivazione : Notifica: il file è linkabile)
avatar
gio_muse_84



Messaggi : 3140
Iscritto il : 26.10.10
Anno di nascita : 1984
Provincia di residenza : Ascoli Piceno
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t645-la-storia-di-giorgia-gio_muse_84

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 23 Gen 2011, 14:15
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 23 Gen 2011, 14:26
Grazie Gio. Il sito sull'acidosi contiene diverse info, le più meticolose daranno sicuramente un'occhiata; intanto linko anche questo tra i vari PDF: http://www.acidosi.it/download/guida%20paziente.pdf

per quanto riguarda il preferire i vari prodotti (libea Pascoe /regobasic/ basen pulver /altri) riporto quanto ho già scritto:
è buono il fatto delle strisce [il basentabs ha le strisce per misurare il pH], però c'è il bds..allora a quel punto mi piglio un mezzo cucchiaino di bds semplice + due bustine di ausilium... guarda la composizione del regobasic invece: http://www.pegaso.eu/product/minerali_regobasic
e il barattolo da 250 l'ho trovato in offerta qui http://www.erboristerieassociate.com/store/dettaglio.asp?id=2212


Ultima modifica di Admin il Dom 23 Gen 2011, 14:36, modificato 1 volta




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
gio_muse_84



Messaggi : 3140
Iscritto il : 26.10.10
Anno di nascita : 1984
Provincia di residenza : Ascoli Piceno
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t645-la-storia-di-giorgia-gio_muse_84

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 23 Gen 2011, 14:32
Di niente cara! Mi fa piacere dare qualke info utile. Questo sito l'ho scoperto anke io da qualke minuto , era scritto sulla scatola ma nn l'avevo mai notato! Ke spirito d'osservazione... Cmq è fatto davvero bene! (Io sono tra le meticolose ke lo stanno "spulciando" x benino! )
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mer 26 Gen 2011, 10:01
benvenuta nel club ;)




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mer 25 Mag 2011, 04:58




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
Arianna Bottazzo



Messaggi : 60
Iscritto il : 27.01.13
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Pesaro Urbino
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1355-la-lunga-storia-clinica-di-arianna

ionizzatori per acqua

il Gio 16 Gen 2014, 12:57
Ragazze ultimamente sto cercando info per bere acqua salubre, visto che io sono sempre bisognosa di alcalinizzare le urine per evitare bruciori urinari, tempo fa mentre guardavo un sito sul fattore ph, mi sono imbattuta sugli apparecchi ionizzatori d' acqua che, dalla descrizione, sembra apportino altissimi benefici a livello salutare come l ' alcalinizzazione del corpo, antiossidante e idratante. Sono apparecchi molto costosi ( il piu costoso risulta essere acqua kangen euro 3000) che si attaccato al lavandino di casa e attraverso un sistema di filtri e ionizzazione, emettono acqua di altissime proprieta. ho letto alcuni pareri sul web e a parte le lamentele sul prezzo troppo alto e qualche problema, per alcuni tipi di apparecchi, per i ricambi, tutti dicono di aver "subito" gli effetti salutari dell acqua, dal rafforzamento delle difese immunitarie, alla profondissima idratazione su pelle con problematiche, alla risoluzione di candide e cistiti recidivanti ecc
 Questi apparecchi hanno la capacita di portare l acqua ad un max di alcalinizzazione pari a 10 ad un minimo, quindi all 'acidificazione, pari a 2,5. E a seconda dell utilizzo che ne fai, puoi decidere di alcalinizzare o acidificare l acqua ad esempio per il lavaggio della frutta e verdura o per ferite infette.
Vi parlo di tutto questo perche sono interessata ad abbattere le bottiglie d acqua da supermercato ed anche perche qualora fossero veri i benefici sarebbe una manna dal cielo per la salute.

Oltre al sito di acqua kangen ( la piu costosa) mi sono fatta mandare info da un altro sito che vede tali prodotti sul sito

http://www.meglioinsalute.com/Acqua-alcalina-ionizzata/Ionizzatore-d-acqua-alcalina.html

che ne pensi Aida? cosa dite ragazze?
avatar
Innamorata86
Utente Senior

Utente Senior
Sito webhttp://chisechan86.deviantart.com/ http://www.flickr.com/photos/chisechan86/
Messaggi : 6753
Iscritto il : 17.03.11
Anno di nascita : 1986
Provincia di residenza : Imperia
Comune : Imperia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1093-la-storia-di-innamorata



Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Gio 16 Gen 2014, 17:28
Non sono molto esperta in materia, qua potrebbe parlarti meglio nel dettaglio un biologo, ma visto così sembra davvero qualcosa di rivoluzionario, se hai altre info scrivi pure  friend
avatar
Arianna Bottazzo



Messaggi : 60
Iscritto il : 27.01.13
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Pesaro Urbino
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1355-la-lunga-storia-clinica-di-arianna

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Gio 16 Gen 2014, 20:45
certo! vorrei chiedere ad un chimico che è amico del mio ragazzo, e poi parlarne anche con il mio urologo il dott. Porru. Intanto sto cercando di informarmi sempre piu e vi terrò aggiornate.



Faccio un copia e incolla di alcune informazioni interessanti che ho letto sul sito www.meglioinsalute.com . Oggi li ho chiamati e mi faranno arrivare maggiori informazioni sull apparecchio via e mail

Non possiamo certo affidare la nostra salute al caso! Ma allora qual è l'acqua migliore da bere per la nostra salute?
L'acqua migliore da bere per la nostra salute è senz'altro l'acqua alcalina ionizzata.
Si tratta di acqua del rubinetto, opportunamente depurata, ionizzata e resa alcalina: acqua alcalina ionizzata.
Nel mondo esistono diverse fonti naturali di acqua alcalina ionizzata, le più famose sono quelle di Lourdes, quella di Tlaclote in Messico, quella di Nordenau in Germania e quelle di una regione del Pakistan dove vive un popolo di ultracentenari.
Queste acque evaporano però con grande facilità ed è per questo che svolgono meglio le loro funzioni curative alla fonte.
Dopo aver scoperto i grandi benefici che l'acqua alcalina ionizzata apporta al nostro organismo, le sue proprietà sono state studiate a fondo ed è stato messo a punto un sistema per ottenerla a partire dalla normale acqua del rubinetto.
 
Ci racconti un po' di storia dell'acqua alcalina ionizzata: da dove arriva?...
Durante la prima guerra mondiale, il premio Nobel Dr.Coanda, fu il primo ad analizzare le proprietà fisiche dell’acqua degli Hunza, una popolazione ultracentenaria del nord del Pakistan e scoprì che quell’acqua possedeva una viscosità, una tensione superficiale e un indice di rifrazione differenti rispetto all’acqua della città. Fu così che, all’inizio del secolo scorso, il Dr. Coanda iniziò studi rivolti a capire quali benefici quest’acqua determinasse sul corpo umano. Il Dr. Patrick Flanagan, che continuò la ricerca, scoprì che l’acqua degli Hunza possedeva un elevato pH, un notevole potere antiossidante (ORP negativo) ed un elevato contenuto di minerali colloidali.
Dopo il 1950, in Giappone, gli scienziati cercarono un modo per poter ricavare un’acqua con le stesse caratteristiche attraverso l’elettrolisi.
Successivamente vennero svolte ulteriori ricerche presso diverse università giapponesi con risultati estremamente soddisfacenti, furono perciò costruiti grandi ionizzatori d'acqua alcalina, in collaborazione con il Governo.
L’acqua alcalina ionizzata venne utilizzata negli Ospedali e nel 1966, il Ministero della Sanità giapponese l’approvò come terapia medica.
Più tardi anche il Governo della Korea del sud riconobbe lo ionizzatore d'acqua alcalina come dispositivo medico.
Come è possibile ricavare un'acqua così preziosa per la nostra salute direttamente dal nostro rubinetto?
Per ottenere acqua alcalina ionizzata dal rubinetto di casa è sufficiente dotarsi di uno ionizzatore d'acqua alcalina.
La prima cosa che gli ionizzatori d'acqua alcalina fanno è sottoporre l’acqua potabile ad una filtrazione ultra-fine per rimuovere molti agenti contaminanti; non vengono invece filtrati i minerali solubili quali il Calcio ed il Magnesio che successivamente, attraverso il processo di ionizzazione vengono convertiti in una forma facilmente assimilabile dall’organismo.
Quindi l'acqua viene sottoposta al processo di elettrolisi che la ionizza e la alcalinizza.
 
Quali sono le caratteristiche principali dell'acqua alcalina ionizzata e perché fa bene alla salute?
L’acqua alcalina ionizzata cosi ottenuta è composta da gruppi di molecole molto piccoli (5-6 per l’acqua ionizzata, 10-13 per le altre acque) che favoriscono una migliore idratazione dei tessuti.
La mancanza di salutari scelte alimentari e svariati fattori ambientali svolgono un ruolo significativo nell’accumulo di scorie acide da parte del nostro organismo. Molti lavori di ricerca hanno dimostrato che questo fenomeno insieme alla produzione di radicali liberi è una delle principali cause di malattia ed invecchiamento precoce.
Bere acqua alcalinaionizzata ci aiuta quindi a combattere la sovrabbondanza di rifiuti acidi, permettendo un miglior funzionamento dell’organismo.
Quali benefici può avere una persona bevendo acqua alcalina ionizzata ?

 
L’acqua alcalina ionizzata, grazie alle sue molteplici proprietà, può svolgere, se bevuta regolarmente, diverse funzioni:

antagonizzare lo stato di acidosi ripristinando un corretto equilibrio acido-basico;
idratare velocemente ed in profondità i tessuti;
neutralizzare i radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento;
• migliorare l’ossigenazione;
ridurre la sensazione di stanchezza;
• contribuire alla prevenzione delle patologie degenerative;
migliorare la resistenza allo stress;
• favorire il mantenimento del peso ideale;
• facilitare la riduzione del grasso e della cellulite;
regolarizzare le funzioni intestinali;
aumentare l’assorbimento di vitamine e minerali;
• migliorare la digestione.

 

In quali patologie l'acqua alcalina ionizzata può essere di aiuto?

 
Tra le patologie che (secondo la ricerca svolta nelle Università Giapponesi e Coreane) beneficiano dell’assunzione di acqua alcalina ionizzata vi sono:
diabete;
ipercolesteromia;
stess ossidativo;
osteoporosi;
patologie degenerative;
disbiosi intestinale;
fermentazione intestinale;
acidosi metabolica;
• cattiva digestione;
diarrea;
costipazione.
avatar
Innamorata86
Utente Senior

Utente Senior
Sito webhttp://chisechan86.deviantart.com/ http://www.flickr.com/photos/chisechan86/
Messaggi : 6753
Iscritto il : 17.03.11
Anno di nascita : 1986
Provincia di residenza : Imperia
Comune : Imperia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1093-la-storia-di-innamorata



Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Gio 16 Gen 2014, 22:37
thxx  thxx  thxx 

Facci sapere  ;)
avatar
Arianna Bottazzo



Messaggi : 60
Iscritto il : 27.01.13
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Pesaro Urbino
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1355-la-lunga-storia-clinica-di-arianna

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 09 Feb 2014, 12:10
Ciao ragazze, mi sono informata riguardo ad un macchinario che produce acqua alcalina. Ho chiesto svariati pareri per testare l' efficacia dell apparecchio riguardo ai benefici salutari che promette, ma un mio conoscente che fa il chimico non conosceva l apparecchio ma spiegandogli le caratteristiche dell alcalinizzatore mi ha semplicemente detto che sicuramente non è dannoso e con tale apparecchio si evita di comprare acqua in bottiglia. Ho letto vari argomenti sull alcalinizzazione del corpo e il concetto base è che il nostro stile di vita ci porta ad essere acidi( alimentazione con cibi di origine animale quali carne, latticini, pesce, carboidrati raffinati, fumo, caffe, e acqua acida come tutte le acque in bottiglia che perdono il loro ph dopo un giorno che sono imbottigliate quindi non fa fede l etichetta delle bottiglie in quando l'acqua una volta imbottigliata perde le sue proprieta dopo 24 ore diventando un acqua morta), e l acidità porta un accumulo di tossine che il corpo per espellere e per rimediare ai danni( ad esempio se introduciamo pochi sali minerali, il corpo per non cadere in acidosi sopprime calcio alle ossa cosi nel lungo periodo ci si ritrova con l osteoporosi) cade in malattia, come risposta ad uno squilibrio del fisico. Altro fattore importante è che le cellule vivono in ambiente alcalino e che le cellule tumorali si sviluppano in un ambiente acido.
Fatto sta che ho riscontrato su me stessa le problematiche a livello urinario quando mangio cibi acidi come dolci e carne e informandomi meglio su questo alcalinizzatore d' acqua, mi sono convinta a comprarlo. Ho letto pareri di persone in forum che spiegavano il cambiamento positivo salutare che avevano riscontrato sulla propria pelle usando l'alcalinizzatore. In rete ce ne sono di varie marche ma in rapporto qualita(alta) e prezzo, ho deciso di affidarmi ad un sito italiano che vende alcalinizzatori d acqua. Ho parlato piu volte con un consulente e mi sono fatta avere maggiori info sui modelli e i prezzi ( i prezzi sono cmq alti però spero ne valga la pena di spendere svariati soldi ) . Vi consiglio il link dove acquisterò l'alcalinizzatore, ci sono un sacco di informazioni su cosa è , i benefici che apporta, l'importanza di alcalinizzare il corpo, i danni salutari a causa dell acidità ecc... 

http://www.meglioinsalute.com/Acqua-alcalina-ionizzata/Intervista-a-Dott.ssa-Rosa-Femia-medico-idrologo.html


Inoltre ho trovato un sito di un medico italiano che ora vive in cina che parla dei grossi benefici salutari che ha avuto e che ottengono i pazienti curati con questa acqua. Gli ho mandato un e mail e spero mi rispondera presto.
il link del suo sito è questo ( vi consiglio di darci un occhiata per capire meglio di cosa si tratta). Ho trovato queste informazioni molto esaustive.

http://www.acqua-alcalina.net/
avatar
Innamorata86
Utente Senior

Utente Senior
Sito webhttp://chisechan86.deviantart.com/ http://www.flickr.com/photos/chisechan86/
Messaggi : 6753
Iscritto il : 17.03.11
Anno di nascita : 1986
Provincia di residenza : Imperia
Comune : Imperia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1093-la-storia-di-innamorata



Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Lun 10 Feb 2014, 19:45
Personalmente approvo, si tutto ciò che scrivi è giusto, l'acidosi metabolica porta gravi scompensi e problemi al corpo, oltre all'acqua è importantissimo dare molto spazio a frutta e verdura freschi, di stagione e  meno cotte possibili.

Se t'interessa puoi leggere The China Study, è tra i libri consigliati e tratta appunto il binomio errata alimentazione e malattie, te lo consiglio.  ;)
avatar
Arianna Bottazzo



Messaggi : 60
Iscritto il : 27.01.13
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Pesaro Urbino
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1355-la-lunga-storia-clinica-di-arianna

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mar 25 Feb 2014, 13:07
Inna ho seguito il tuo consiglio, ho comprato il libro "the china study", veramente illuminante!!!!Cavolo ti fa "aprire gli occhi" su molti argomenti alimentazione-malattie.  Attualmente sto cambiando alimentazione; direi sul vegetariano eliminando anche i latticini (nel libro difatti spiega i danni della caseina), era da tempo che pensavo di farlo perche ho sempre notato che togliendo i carboidrati raffinati e le proteine animali le mie urine si acidificavano molto e stavo male durante la minzione e poi anche Porru mi ha detto di limitare sostanze acide come la carne, in effetti ora sto meglio.grazieeee!!
avatar
Innamorata86
Utente Senior

Utente Senior
Sito webhttp://chisechan86.deviantart.com/ http://www.flickr.com/photos/chisechan86/
Messaggi : 6753
Iscritto il : 17.03.11
Anno di nascita : 1986
Provincia di residenza : Imperia
Comune : Imperia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1093-la-storia-di-innamorata



Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Gio 27 Feb 2014, 16:34
felice di esserti stata d'aiuto!  ;)  ;) 

Unica cosa, non togliere mai tutto e sopratutto mai di botto, se vuoi diventare vegetariana ok (ricordo che il vegetariano non assume carne ma  verdure frutta cereali zuccheri e latticini, l'alimentazione vegana invece prevede il consumo di solo cereali, frutta verdura) ma inizia progressivamente, in questo modo dai al tuo corpo il tempo di abituarsi a un nuovo regime alimentare.
I danni della caseina, lo so (e faccio mea culpa perchè invece io  sono matta di formaggi ma vabeh) personalmente però anche qua ti consiglio di non toglierla ma di limitare semplicemente il consumo di latticini.
Per i carboidrati sostituisci con quelli integrali o di altri cereali (esempio farro, kamut, gnam, sono buonissimi tra l'altro  mr green ).

vai così! friend
Piridina



Messaggi : 35
Iscritto il : 06.03.14
Anno di nascita : 1990
Provincia di residenza : Livorno
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1601-la-mia-storia

macchinario per acqua alcalina

il Sab 15 Mar 2014, 20:29
Care spero di riuscire a rispondere in tempo prima che qualcuno si lanci nell'avventato acquisto di questo costoso macchinario: è una panzana pazzesca!!
(mi sento chiammata in causa in quanto chimica! ;) )

Se siete interessate ad abbandonare l'acqua in bottiglia provate direttamete quella del rubinetto: spesso è più controllata di quella "commerciale". Ovviamente informatevi prima se l'acqua della vostra città si può bere (in poche zone d'Italia o piccole isole spesso non è così!).
Se preferite, potrebbe valere la pena (specie con acqua molto dura) investire, invece, nell'acquisto un addolcitore/filtro.

Io non sono una grande fan della dieta alcalinizzante (anzi, non ci credo proprio!) ma se proprio volete bere acqua alcalina (ma secondo me che quella che esce dal rubinetto lo è già o poco ci manca...) basta una puntina di bicarbonato nel bicchiere...
avatar
Arianna Bottazzo



Messaggi : 60
Iscritto il : 27.01.13
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Pesaro Urbino
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1355-la-lunga-storia-clinica-di-arianna

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 16 Mar 2014, 13:30
E vero! è molto costoso il macchinario. stavo infatti valutando per dei filtri all acqua del rubinetto che è buona ma sicuramente nel suo viaggio tra tubature varie,porterà con se elementi da filtrare,immagino. Io sono per l alcalinizziazione perche ho testato sulla mia pelle, anzi sulle mie urine, che per avere un ph basico di urine devo limitare cibi acidi tipo zucchero,carni, latticini e bere molto. Infatti quando faccio cosi , le urine sono alcaline ed io sto molto meglio. Oltretutto l urologo, gia mi avava consigliato integratori di potassio e magnesio per alcalinizzare le urine. Certo si puo usare anche il bicarbonato o il limone che sono dei grandi alcalinizzatori. grazie dell interessamento.

Inna hai ragione, mangiare bene si, e cerco di farlo tutti i giorni, ma non farsene una  malattia se si "sgarra" con qualche dolcetto o altro.  :)
avatar
Innamorata86
Utente Senior

Utente Senior
Sito webhttp://chisechan86.deviantart.com/ http://www.flickr.com/photos/chisechan86/
Messaggi : 6753
Iscritto il : 17.03.11
Anno di nascita : 1986
Provincia di residenza : Imperia
Comune : Imperia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1093-la-storia-di-innamorata



Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Lun 17 Mar 2014, 15:14
piridina grazie per averci esposto la tua testimonianza di chimica  love  Ti invito a presentarti e scrivere la tua storia in storie personali, se non l'hai già fatto  ;) 

Lo scopo di questo topic cmq non è promovuore diete alcalinizzanti, tutt'altro, noi non crediamo nelle diete in genere... Lo scopo è semplicemente porre l'attenzione sull'alimentazione e su un corretto bilanciamento tra cibi acidi e cibi alcalini, in modo da non eccedere in nessuna delle due controparti. Alcalinizzare troppo fa altrettanto male. Come sempre l'equilibrio sta nel mezzo. Personalmente non mi vieto nulla e posso dire di aver trovato un equilibrio con il tempo.
Stellina93



Messaggi : 170
Iscritto il : 30.07.13
Anno di nascita : 1993
Provincia di residenza : Reggio Emilia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1501-la-mia-storia

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mar 24 Giu 2014, 11:44
Ho trovato una bella tabella sugli alimenti alcalinizzanti/acidificanti a questo link: http://spaziomente.wordpress.com/2012/12/26/una-tabella-dei-cibi-alcalinizzanti-e-acidificanti-free-download/

Sto iniziando a interessarmi all'equilibrio acido-base del corpo solo in questo ultimo periodo. A tal proposito ho cercato anche il Regobasic (consigliato nello schema d'attacco) nella sezione integratori, ma come argomento non è presente rolleyes
avatar
SaraBu.
Utente Senior

Utente Senior
Messaggi : 2021
Iscritto il : 30.10.12
Anno di nascita : 1979
Provincia di residenza : Monza Brianza
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1389-la-storia-di-sarabu






Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Mer 25 Giu 2014, 12:23
Grazie per il link!!!  love 

Volevi sapere qualcosa in particolare sul Regobasic?
Stellina93



Messaggi : 170
Iscritto il : 30.07.13
Anno di nascita : 1993
Provincia di residenza : Reggio Emilia
Storia personale Storia personale : https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1501-la-mia-storia

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Gio 26 Giu 2014, 11:01
Per cercare di limitare la candida ho ridotto il più possibile i carboidrati, solo che li ho sostituiti con proteine animali  fame!. Quindi ho comprato il regobasic in pastiglie, ma non so quanto prenderne e se è il caso.
Non posso sostituire le proteine animali con quelle vegetali, già peso 50kg per 1.73m di altezza, non voglio morire io per la candida  angry . Anche perchè odio la verdura, quindi piuttosto che mangiarla so già che salterei il pasto.
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Ven 27 Giu 2014, 23:35
Non c'è necessità di eliminare i carboidrati ma di mangiare in maniera variata ogni cosa senza eccessi, evitando al contempo cibi ricchi di grassi trans, coloranti e raffinati. Non condannarti a una vita di lattuga, mangia quello che ti senti senza rinunce. Il Regobasic è meglio in polvere, per la prossima volta. Se fai una ricerca ne parliamo in alcuni topic. Per alcalinizzare io bevo ogni tanto succo di limone da un limone che abbiamo in giardino, non trattato quindi. Un abbraccio!




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
alechim



Messaggi : 293
Iscritto il : 17.02.15
Anno di nascita : 1975
Provincia di residenza : Varese
Storia personale Storia personale : La mia Scheda https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1858-la-mia-scheda-personale

La mia SP: https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1861-ciao-mi-presento

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Sab 28 Feb 2015, 16:08
Per alcalinizzare faccio così:
al mattino, a digiuno, bevo mezzo bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone. La dieta è varia, ma faccio in modo di farci entrare circa 5 porzioni tra frutta ( il mio tris preferito è: mela-avocado-banana) e verdura (cruda) a pranzo e cena. Inoltre, azione fondamentale, dopo circa un'ora dal pranzo e dalla cena, mezzo bicchiere di acqua tiepida con mezzo cucchiaino raso di bicarbonato di sodio.  Non prima, altrimenti si rischia di basificare gli acidi dello stomaco che invece sono utilissimi per la digestione degli alimenti. 
Da quando ho attuato questo protocollo (circa tre anni) , il mio organismo ha più energie e fatica meno nei processi metabolici.
"un popolo può migliorare migliorando la propria alimentazione" L. Feuerbach
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico

Esci dal dolore ed Entra nella Tua Vita (c)!
Scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

www.aidablanchett.com/mindbodynews



Vieni a trovarmi anche su Fb? :)
www.facebook.com/AidaBlanchettHealthyLifeCoach

Messaggi : 16130
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Lun 09 Mar 2015, 11:47
Ottimo, e che ne pensi di sostituire il bds con un preparato come ad esempio il RegoBasic, che ho inserito nelle Linee Guida? Alle lunghe il bds può creare qualche problema. In ogni modo, il limone è davvero perfetto, grazie per il tuo feedback alechim! Un abbraccio  friend




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
avatar
alechim



Messaggi : 293
Iscritto il : 17.02.15
Anno di nascita : 1975
Provincia di residenza : Varese
Storia personale Storia personale : La mia Scheda https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1858-la-mia-scheda-personale

La mia SP: https://www.vulvodiniapuntoinfo.com/t1861-ciao-mi-presento

Re: Cibi alcalinizzanti e cibi acidificanti - pH ❖ Vulvodinia.info

il Dom 15 Mar 2015, 19:55
La dose di bds che prendo è davvero infima a mio avviso (ma nel mio caso efficace), difficile possa procurare col tempo problemi. Magari è da sconsigliare se si soffre di ipertensione spiccata, edemi, ritenzione idrica, insufficienza renale grave o se si fanno terapie farmacologiche.
Comunque grazie per il consiglio Aida.
Tornare in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum