Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica
Oggi siamo in 2796
Community fondata da
Elena Tione
la Dom 17 Ott 2010, 23:42
online da 2589
giorni
☎ 06.92 91 97 52 OGNI LUNEDI
h 20-21
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Aida Blanchett

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS

Elena Tione Presidente VULVODINIA.INFO ONLUS
Qualifica professionale Qualifica professionale :
Master Mind-Body Coach & Trainer per donne con dolore pelvico, fibromialgia, dolore cronico, stress management, best life design. Contatti
www.AidaBlanchett.com


Messaggi : 16108
Iscritto il : 17.10.10
Anno di nascita : 1977
Provincia di residenza : Roma
Comune : Roma
Storia personale Storia personale : • LA MIA STORIA e la fondazione di VULVODINIA.INFO e VULVODINIA.INFO ONLUS


Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585

IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020

• Non sono un medico.
Tutti i consigli vanno seguiti sotto la propria respons-abilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli e autorizzazioni può legalmente ed eticamente sostituirsi.
VULVODINIA.INFO ONLUS non è e non può essere ritenuto in alcun modo responsabile dei contenuti dei messaggi presenti nel Forum, scritti e inviati autonomamente dagli Utenti sotto loro piena e totale respons-abilità.
VULVODINIA.INFO ONLUS si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di eliminare/modificare dal Forum i post aventi contenuto illegittimo, illegale o comunque lesivo di altrui diritti e dei contenuti ritenuti non in linea con il Regolamento completo e aggiornato della comunità.
I gestori di VULVODINIA.INFO ONLUS non si assumono in alcun modo la respons-abilità per eventuali danni derivati a persone tramite i messaggi inseriti nel Forum.


Discussione su facebook dr Tiziano Gastaldi • VULVODINIA.INFO

il Mar 26 Ott 2010, 22:53
Visualizzati 1 - 10 di 34 link.

Tiziano Gastaldi FIBROMIALGIA DOLORE CRONICO TERAPIE CONVENZIONALI E NON: Per chi vuole saperne di piu' sui nuovi meccanismi patogenetici individuati, che restano patrimonio di pochi addetti ai lavori nel disinteresse della massa dei vecchi medici che fanno tendenza.. e nell'interesse dei giovani medici che non possono fare tendenza......
Il congresso è gratuito e basta iscriversi e tutti pos...sono partecipare.
Aprite in alto a sinistra dove c'è scritto nutrizione e metabolismo, esce la locandina che potrete esaminare
Tiziano Gastaldi FIBROMIALGIA DOLORE CRONICO TERAPIE CONVENZIONALI E NON: terapie biofisiche storia..... www.consform.it/it/p-13.biomagnetismo.html?&popup5 minuti fa · Partecipa
Biomagnetismo |
Biomagnetismo, , Biomagnetismo,
04 luglio alle ore 15.13 · Condividi · Segnala
*

Tiziano Gastaldi
Tiziano Gastaldi FIBROMIALGIA DOLORE CRONICO TERAPIE CONVENZIONALI E NON: per chi soffre di vulvodinia, questo link interessante mostra alcuni dati
27 giugno alle ore 13.42 · Condividi · Segnala



Bisogna che più medici studino questa patologia...se il tutto rimane circosritto ad una decina di specialisti sparsi per l'Italia, non si andrà mai avanti e soprattutto la ricerca scientifica deve andare oltre a quello che è stato proposto ...finora e mi riferisco maggiormente ai famosi integratori che dovrebbero agire sulla iper-reattività dei mastociti,i quali non si sono rivelati utili per tutte le donne colpite dalla malattia,me compresa.

Su qualcuna,invece,questi integratori, hanno dato l'esito promesso in fase di laboratorio ma bisogna anche aggiungere che costano davvero tanto!

Grazie, Dottore, per questo documento interessantissimo.

Il problema è diverso secondo me, se continua ad essere considerata una patologia e non un sintomo di altre patologie, non si arriverà mai alla soluzione perchè si è dalla parte sbagliata del problema.
La fibromialgia non genera, ma è generata da altre patologie che spesso non vengono indagate o riconosciute e che permettono ai sintomi conosciuti sotto il nome di fibromialgia di svilupparsi cronicizzandosi. Se le patologie iniziali venissero ben inquadrate trattate e risolte e non sottostimate, è possibile che il numero di pazienti fibromialgici diminuisca in modo drastico, ovvero se i medici di famiglia oberati dal 90% di problemi burocratici potessero tornare a fare i medici come una volta, visitando per bene i pazienti e andando oltre gli specialisti che vedono solo parti del paziente,e tornassero ad essere i medici di fiducia, i pazienti avrebbero piu' chances... Avendo avuto anche attività sindacale, mi sono reso conto che i politici, consci del potere dei medici di una volta, li hanno depotenziati facendo in modo di distruggere questo rapporto di fiducia, che i pochi medici, per mantenerlo, hanno dovuto combattere battaglie contro i mulini a vento. E' la filosofia del supermarket contrapposta a quella del negozietto di fianco a casa... consigli indicazioni e merce sempre di buona qualità. Oggi abbiamo anche il centro commerciale della salute dove abbiamo macchinari costosissimi, attrezzature incredibili, ma non i professionisti idonei a rendere tutto eccellente e che ci mettevano del loro per dare quel quid che oggi si ü perduto per l'omologazione di tutti i professionisti. I politici e anche molta gente pensa che un buon PC e un buon programma, con i dati corretti possa sostituire il medico... riempi una griglia ed esce fuori la cura migliore... Non è cosi'.... La medicina era ed ü tutt'oggi un'arte e non scienza... e oggi abbiamo solo buoni o meno manovali della salute e non piu' le eccellenze che hanno dato lustro alla medicina italiana nel mondo... I politici hanno distrutto la sanità italiana la migliore in assoluto sino a 25 anni fa.Mostra tutto
24 agosto alle ore 15.41 · 2 personeCaricamento... ·
o
Tiziano Gastaldi ci sono altri... ma purtroppo non facciamo tendenza....
24 agosto alle ore 18.49 ·
o
V
Concordo pienamente,fino a quando non si scopriranno i fattori che portano a queste infiammazioni...per adesso si può solo tentare di curare il sintomo ma il problema resta sempre lì.

La ricerca scientifica non deve più speculare sulla nostr...a patologia,è inutile inventare cose che fanno solo migliorare o magari guarire ma col rischio di una ricaduta chèe è sempre lì, dietro l'angolo!

Oramai non esiste più il rapporto di fiducia tra medico di base e paziente, il medico di base è diventato solo un prescrittore di farmaci.
E' vero che i politici hanno depotenziato i medici ma molti medici non ti misurano nemmeno più la pressione e se gli racconti un sintomo,non lo sanno nemmeno interpretare.
Per carità,ci sono ancora medici di una volta,quelli di vecchio stampo ma è difficile trovarli.Mostra tutto
25 agosto alle ore 20.30 · 1 personaA Ignazia Ruggeri piace questo elemento. ·
o
Tiziano Gastaldi
veramente quancosa si è trovato... ed é l'ipertrofia gliale oltre all'aumento dello stress ossidativo; solo che di queste cose i medici per ora, salvo alcuni addetti ai lavori come il professor IVO Bianchi che ha scritto un libro non se ne ...interessano.
Da vedere il volantino del congresso gratuito dell'11 settembre a Bologna.
26 agosto alle ore 9.02 ·

Tiziano Gastaldi
Tiziano Gastaldi FIBROMIALGIA DOLORE CRONICO TERAPIE CONVENZIONALI E NON: il paziente fibromialgico.... modalità di approccio multidisciplinare in metodica di medicina integrata
12 giugno alle ore 14.55 · Condividi · Segnala



Tiziano Gastaldi
Tiziano Gastaldi FIBROMIALGIA DOLORE CRONICO TERAPIE CONVENZIONALI E NON: Se ben integrato, perché l'ozono terapeutico puo' trovare utilità nelle sindromi fibromialgiche.
12 giugno alle ore 14.53 · Condividi · Segnala

*
o
Vittoria Vincente
Nella pagina 5,ci sono due punti fondamentali in cui viene fuori che il dolore cronico,soprattutto se il paziente racconta localizzazioni bizzarre e sparse per il corpo,può essere di natura psicosomatica,ho capito bene???????

Inoltre cosa si... intende per localizzazioni bizzarre?Mi fa un esempio di localizzazione bizzarra,per favore?

La ringrazio anticipatamente,Dottore.

VittoriaMostra tutto
25 agosto alle ore 20.41 ·
o
Tiziano Gastaldi

non esiste il dolore psicosomatico... esiste il dolore, segnali che passano in vie del dolore e generano dolori.... anche se viene definito psicosomatico, ci sono dei segnali magnetici che mandano informazioni e che finiscono per generare i...l dolore... per cui la divisione psiche e materia è solo una convenzione derivata dal sistema di visione e di catalogazione... non esiste differenza tra energia e materia, ma esiste una diversa rappresentazione, la materia non ü altro che energia condensata.... L'unità elementare che era considerata l'atomo, indivisibile, ha mostrato che l'atomo ü solo un livello che al suo interno contiene un universo ancora inesplorato, al punto che non essendo visibile e intangibile, non viene considerato materia; é come se io faccio passare qualcosa in un setaccio; cio' che è piu' piccolo dei buchi passa e non mi resta, mentre riesco a mantenere solo cio' che viene fermato dai buchi e quindi che ha dimensioni maggiori. Oggi la chiamiamo energia, ma potrebbe ancora essere solo materia che non riusciamo a tangere o di cui non vediamo la struttura, magari forse perchè è piccola, mentre riusciamo a vederne gli effetti e la definiamo energia.... L'uomo ha sempre bisogno di catalogare..... cosi' si sente meno stupido di fronte all'immensità... e poi scopre che è proprio questa sua mania di catalogare che gli fa commettere i piu' grandi errori... nulla ü uguale a null'altro... nemmeno i singoli atomi....che cambiano essendo in movimento.....anche se le differenze sono impercettibili.... esistono e continuano a essere dinamiche... L'uomo non coglie il dinamismo, ma solo la staticità.Mostra tutto
26 agosto alle ore 9.14 ·
o
Vittoria Vincente
Ok non esiste il dolore psicosomatico ma viene fuori, sempre in quei due punti della pagina 5, che il dolore è comunque l'espressione di un disagio e non di un dolore che si avverte per un danno dei tessuti?

Quindi o lo chiamiamo dolore psic...osomatico o dolore che deriva dall'unione di psiche(energia) e materia(corpo),alla fine, secondo i suoi studi o comunque secondo il suo punto di vista, è sempre la stessa cosa?

Come lei dice, psiche e materia sono una cosa sola...
Domande:

1)Siccome l'universo è grande ed infinito,potremmo essere solo degli atomi che si sentono grandi e cercano di non sentirsi stupidi catalogando se stessi e ciò che li circonda?

2)Se ogni individuo fosse un atomo appartenente all'immensità e nel suo dinamismo riuscisse a scindersi, in tutto questo non avverrebbe sempre una divisione?

Grazie come sempre e buona giornata.Mostra tutto
26 agosto alle ore 14.07 ·
o
Tiziano Gastaldi
il danno c'è... ma non si vede nei tessuti perché é ancora un danno a livello energetico... é come se ho un sovraccarico di corrente e dopo esplode la lampadina.... la lampadina quando esplode la si vede... ma il sovraccarico energetico se ...non lo vado a misurare non lo vedo... é solo questione di strumenti per valutare l'intero sistema... alcuni dati purtroppo derivano da altre ricerche e non li posso modificare trasformandoli completamente, ma il discorso é da prendere sempre in senso globale e mai i singoli punti.... in questo caso chi continua a parlare di dolore psicosomatico, é ancora ancorato a visioni nettamente superate perché l'energia e la materia... ovvero la vita sono una cosa sola e non ambiti separabili...Mostra tutto
26 agosto alle ore 23.20 ·
o
Vittoria Vincente
Beh,non si vede ad occhio nudo ma biopsie hanno rilevato la presenza di iper-innervazione e danno del tessuto.

Ad ogni modo, dottore, è molto interessante ciò che dice ma ma a volte non la seguo.
Mi scusi, ma non risponde mai direttamente all...e domande e spesso divaga andando in discorsi molto elaborati,se pur interessanti.
Infatti non mi ha ancora fatto l'esempio di localizzazione bizzarra del dolore...

Inoltre, dice che chi parla di dolore psicosomatico( ed io non credo che il dolore cronico sia psicosomatico,*tranne alcuni casi* e parlo anche del caso specifico della vulvodinia)è ancora ancorato a visioni nettamente superiori, però intanto pubblica un link in cui chiaramente viene fuori che, il dolore cronico, è l'espressione del disagio

Le dirò di più...in quel link, si parla del paziente come un individuo che spesso vuole manipolare la discussione col medico perchè vuole evitare domande che possano riportarlo di fronte a cose che vuole nascondere e sinceramente questo non mi piace.
Mostra tutto
27 agosto alle ore 14.05 ·
o
Tiziano Gastaldi non é iperinnervazione, ma ipertrofia gliale, ovvero del materiale di sostegno del tessuto nervoso che non genera ma deriva, e le faccio l'esempio del callo sui piedi che deriva da un sovraccarico; non é il callo che genera il dolore, ma il sovraccarico che genera callo e dolore e per i nervi é la medesima condizione.
27 agosto alle ore 15.38 ·
o
Vittoria Vincente
Dottore,mi ha fatto sorridere,dall'esempio dell'atomo,siamo andati a finire al callo...beh anche il callo è materia e anch'esso è costituito da tutti i suoi livelli e sottolivelli energetici!
Mi scusi l'ironia ma a me piace scherzare.

L'ipertrofia è solo un aumento del volume di un tessuto mentre studi scientifici pubblicati su riviste importanti,hanno dimostrato l'iper-innervazione,quindi una proliferazione eccessiva delle fibre nervose che si moltiplicano a dismisura,trasmettendo costantemente l'impulso del dolore, tramite il clonarsi delle fibre nervose già infiammate.

"Vi è un'aumentata innervazione del vestibolo vulvare in pazienti con vulvodinia."
Tympanidis P et al. Br J Dermatol. 2003;148:1021-7.
"Vi è una proliferazione delle fibre nervose vestibolari nella sindrome della vestibolite vulvare."
Westrom L. et al Obstetrics & Gynecology 1998; 91: 572-6

(visto che la vulvodinia è una neuropatia,queste conclusioni sono da ritenersi valide per qualsiasi posto del corpo in cui si sviluppa la neuropatia)

Se poi ci sono studi che affermano cose diverse,allora sono pronta a non affermare più ciò che dico e ad inquadrare il tutto sotto un'ottica diversa.

Mi correggo, nel dolore neuropatico,non c'è danno del tessuto ma solo infiammazione.

Intanto, dottore, continua a non rispondere a certe domande e direi di fermarci qui con questa discussione, altrimenti la portiamo avanti all'infinito e va a finire che ci perdiamo in qualche universo ancora più grande di quello in cui già viviamo...con tante parole e nessuna soluzione.
Anzi, io direi di fare un bel salto energetico in qualche universo parallelo, dove magar(forse)i esistono risvolti e soluzioni risolutive che, da anni, non riusciamo a trovare qui.

Un saluto.

VittoriaMostra tutto
28 agosto alle ore 3.17 ·
o
Tiziano Gastaldi la vita è un a convenzione.... meglio scherzare piuttosto che pensare che l'universo puo' fare benissimo a meno dell'uomo....
28 agosto alle ore 7.51 ·




Anche quest'anno non dimenticarti delle oltre 4 milioni di italiane che soffrono di vulvodinia!
Il tuo 5 x 1000 x 1 donna su 7 Codice Fiscale  97 82 56 90 585


IBAN: IT 78 I 02008 05041 00010 3734300
per bonifici dall'Estero aggiungere il codice BIC Agenzia: UNCRITM1020
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum